Mister Gay 2017 è un filippino: John Fernandez Raspado

Il nuovo Mister Gay 2017 è John Fernandez Raspado, 36enne filippino

Fonte: Instagram

John Fernandez Raspado è Mister Gay 2017. Il filippino ha trionfato nel corso della finale che si è tenuta il 10 Maggio a Playa del Inglés (Gran Canaria). “Oggi il sole qui a Maspalomas ha otto raggi circondati da tre stelle come la bandiera del mio Paese” ha affermato il vincitore, ricevendo il suo premio, visibilmente emozionato.

Mr Gay 2017 è stato fotografato davanti ad un pubblico composto da migliaia di persone, giunte da tutto il mondo per assistere all’evento nel Yumbo Centre. Nella storia del concorso è la prima volta che la vittoria va alle Filippine, per questo l’emozione di John Fernandez Raspado è stata grande.

Raspado ha superato il candidato della Spagna, arrivato secondo, e quello del Belgio, aggiudicandosi oltre al primo premio anche altri cinque riconoscimento fra cui quello per il miglior abito da sera, costume da bagno, colloquio individuale, voto da social media e online.

“Grazie di cuore a tutti quelli che mi hanno votato e grazie a tutti i concittadini che erano qui a Maspalomas – ha detto John Fernandez Raspado nel momento della premiazione – sul palco ho sentito il loro grande incitamento ed è stata una carica in più. Questa vittoria la dedico alle Filippine e a tutta la comunità Lgbt nel mondo: dobbiamo ancora percorrere tutti insieme la strada verso il riconoscimento dei diritti e nel contrasto alle discriminazioni”.

John Fernandez Raspado ha ottenuto la corona, sostituendo il vincitore dello scorso anno: Roger Gosalbez. Il nuovo Mister Gay 2017 ha 36 anni, vive a Quezon, città situata a nord di Manila, e lavora presso l’Health Shop Philippines. “Sono quotidianamente in prima linea per le campagne di sensibilizzazione contro i pregiudizi e per eventi educativi e informativi contro l’Hiv – ha raccontato Raspado, parlando di sè sul palco -. Molti giovani sottovalutano ancora oggigiorno i rischi delle infezioni sessualmente trasmissibili, praticando sesso senza condom”.

“Eventi come Mr Gay World non devono essere soltanto delle passerelle mediatiche per i più belli del concorso ma sono occasioni irripetibili per far passare dei messaggi importanti sul rispetto, l’inclusione sociale, la solidarietà nei confronti di tutte le persone con un proprio orientamento sessuale. L’omofobia  – ha aggiunto il nuovo Mr Gay 2017 – è una piaga da estirpare: ricordo da bambino di essere stato vittima di bullismo, ringrazio mio fratello che mi ha difeso dalle vessazioni e la mia famiglia che mi ha trasmesso sempre affetto, comprensione e sostegno dopo il mio coming out”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti