Non è un fake: quiz della CIA sui social per reclutare nuove spie

Volete essere le nuove reclute della CIA? Allora risolvete questo test, i servizi segreti sbarcano anche su Instagram per cercare nuovi adepti

Da “Mission Impossible” con Tom Cruise a “Argo” con Ben Affleck passando per “The Departed” con protagonista Leonardo Di Caprio, di film sulla CIA ne conosciamo parecchi, ma mai avremmo immaginato che l’agenzia di spionaggio più famosa al mondo avrebbe cercato reclute e adepti su Instagram (come riescono a controllare la mente ce lo spiegano in “Stranger Things”). Eppure è così, non è una fake news… Anzi la prima foto che è stata postata sull’account ufficiale della Central Intelligence Agency ha tutta l’aria di essere un test per mettere alla prova l’ingegno e l’arguzia di quanti volessero tentare la carriera di spia (ecco cosa significa veramente lavorare per la CIA).

Attiva su Twitter sin dal 2014 con circa 2,5 milioni di followers, fino a questo momento la CIA ha utilizzato i social per le commemorazioni ufficiali e le ricorrenze più importanti del calendario americano. Con lo sbarco su Instagram si apre una nuova frontiera e di certo inesplorati canali di comunicazione (questi documenti sugli alieni non sono più Top Secret) e anti-convenzionali metodi di reclutamento per figure professionali che evidentemente scarseggiano.

Il portavoce dell’agenzia ha fatto sapere che “entrare in Instagram è un altro modo per condividere le storie della Cia e reclutare americani di talento”, dunque l’intento è chiaro. Pronti a sottoporvi al sibillino test apparso sul loro profilo?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I spy with my little eye…

Un post condiviso da Central Intelligence Agency (@cia) in data:

Io spio con il mio piccolo occhio”, leggiamo nella didascalia accanto ad una foto piena di oggetti su una scrivania: spicca una parrucca riccia (forse parte di un alias), due gemelli (che gli agenti sfoggiano per riconoscersi a vicenda), le stelle sulla scrivania date ai familiari dei soldati caduti in missione; e ancora notiamo un orologio che segna le 8.46 (l’ora in cui l’11 settembre 2001 sono scattati gli attacchi alle Torri Gemelle), una busta per distruggere i documenti, una mappa della Cina – storica avversaria degli USA – e persino un gufo dorato che rappresenterebbe la dea greca della saggezza, Atena.

Sarà proprio l’occhio del gufetto a spiarci? Secondo parecchi utenti che si sono sottoposti al quiz, la risposta è affermativa: ma basterà questo perché diventino i nuovi agenti segreti?

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti