Nozze, un paggetto davvero speciale fa commuovere gli sposi

Questi sposi sono riusciti ad ottenere che il loro cane portasse le fedi all'altare: ma non sempre è così semplice! Ecco qualche informazione sul tema

Un tempo i cani in chiesa non potevano proprio entrare: c’era addirittura una persona, chiamata scaccino, addetta a mandare via quelli che tentavano di varcare la soglia. Da qui anche il famoso detto “fortunato come un cane in chiesa”. Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia ed oggi, con un po’ di fortuna, il cane di famiglia può addirittura fare da paggetto agli sposi e portare le fedi (leggi la storia di questa ragazza che ha rifiutato il matrimonio per amore del suo cane)

Gli sposi ripresi in questo video, ad esempio, hanno potuto coronare il loro sogno ed hanno ottenuto che la cagnolona di famiglia, Susy, portasse loro gli anelli: il video pubblicato su Facebook ha raccolto migliaia di like, condivisioni e commenti (non tutti positivi!), mentre un’altra coppia di sposi, Veronica e Massimiliano, hanno dovuto discutere con il sindaco della propria città per autorizzare i loro due bullmastiff, Black Demon ed Athena, a partecipare alla cerimonia come paggetti (alla fine ce l’hanno fatta!).

Al loro giorno più importante della loro vita, non poteva mancare il loro grande tesoro 😍, non è meraviglioso. ❤😍✅

Pubblicato da ⋆ Un Cane Fantastico ⋆ su Domenica 17 marzo 2019

La materia è quindi molto delicata: se desiderate che i vostri cani partecipino al vostro matrimonio, magari anche portandovi gli anelli in veste di damigelle o paggetti, il successo del vostro progetto dipende da tante cose. Innanzitutto, dovete parlare con il sacerdote o l’ufficiale che vi sposa e sentire se è d’accordo, a titolo personale o come responsabile della struttura che vi ospita: in linea generale i cani sono autorizzati ad entrare, con museruola e guinzaglio, ma per dare loro un ruolo preciso c’è bisogno del benestare di tutti.

Una volta ottenute le autorizzazioni, c’è da capire come “gestire” il nostro amico a quattro zampe: siete sicuri che sarà in grado di affrontare un momento di stress (sapete che non amano essere accarezzati sulla testa?) sotto gli occhi di tutti, senza combinare guai? Se il vostro è un cane già addestrato al riporto, che risponde bene ai comandi, vale la pena tentare. Se invece è un cane poco abituato ad eseguire compiti, forse è meglio farlo partecipare alla festa in allegria, godendovi le sue coccole e magari assumendo anche qualcuno che si occupi di lui nei momenti più concitati della cerimonia, ma senza pretendere che sostituisca un paggetto o una damigella d’onore!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti