Nuovo logo Ikea: riesci a notare quel piccolo dettaglio?

Ikea stupisce tutti e opta per un restyling: avrete già visto il nuovo logo, ma quel piccolo particolare lo avete notato?

4 lettere, 400 punti vendita sparsi in tutto il mondo e alla base del suo successo una intuizione semplicissima che però ha conquistato intere generazioni dalla fine degli anni ’50: parliamo di Ikea, il colosso svedese che di recente si è rifatto il look proponendo un nuovo logo. Il successo di Ikea (a proposito, sapete che cosa significa davvero questa parola?) si deve al suo fondatore Ingvar Kamprad che, dopo aver aperto un negozio di mobili, ha pensato bene di fornirli smontati ai clienti per abbassare notevolmente i costi.

Negli anni Ikea ha sbaragliato la concorrenza anche da noi, grazie non solo ai prezzi competitivi, ma anche alla capacità di adattarsi facilmente alle esigenze del mercato: ultimamente, per esempio, si è parlato di una novità in casa Ikea, ovvero i mobili a noleggio (dopo quelli a incastro), in perfetta tendenza con tutto ciò che è “sharing”, ma anche di un particolare Kamasutra (ecco di che si tratta, non pensate subito a male).

Addirittura è stato aperto un museo e la tipica borsa blu di Ikea è stata fonte di ispirazione per Balenciaga: segno che oramai l’azienda svedese non detta soltanto legge in fatto di mobili, ma la sua filosofia ha oltrepassato le mura di casa di Ingvar Kamprad entrando nella cultura pop… D’altronde alzi la mano chi non si è mai divertito a montare una libreria Billy, un mobile componibile della linea Bestå o non ha concepito su un letto firmato Ikea!

Ma torniamo alla grande rivoluzione operata da Ikea, il logo: online circolano il prima e il dopo del marchio ben conosciuto e ciò che gli utenti hanno subito notato è che in effetti di diverso c’è ben poco. A parte l’ovale un po’ più spazioso e l’attenuazione degli “spigoli” delle lettere, con il conseguente ingrandimento di esse e un aspetto più “pulito”, il resto è tutto più o meno simile.

 

È naturale chiedersi perché è stato deciso di cambiare le insegne di tutti i negozi del mondo e apportare modifiche quasi impercettibili ai documenti interni all’azienda o dei cataloghi… Ad uno sguardo più attento si ha la sensazione che il nuovo logo di Ikea sia più snello e dunque più elegante, meno aggressivo.

Inoltre il fatto che le lettere siano un po’ più alte aiuta la leggibilità da lontano: ancora una volta la multinazionale svedese cambia, ma non sconvolge, sa far parlare di sé e vuole andare avanti dando però il tempo ai suoi clienti di abituarsi alle piccole grandi novità che propone costantemente (avete visto il perizoma giallo e blu?).

Dopo il nuovo logo, cos’altro dobbiamo aspettarci?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti