Perché ci baciamo sotto il vischio durante le feste di fine anno?

Baciarsi sotto il vischio è la tradizione più romantica del Natale: ma da dove deriva questa usanza? Ecco tutti i dettagli

Fonte: PIxabay

Tra le tante decorazioni disponibili nel periodo di Natale per decorare la casa in vista di una festa, meglio ancora in occasione di un party con amici o colleghi, il vischio è immancabile. Offre da sempre la possibilità di dare o ricevere il bacio tanto agognato che non si è mai osato chiedere, o semplicemente il momento giusto per strappare un bacio in più alla propria dolce metà.

Ma vi siete soffermati a chiedervi da dove nasce questa tradizione? Di certo a tempi antichi, scopriamone di più!

Una leggenda dalla mitologia nordica

Alcune leggende risalgono addirittura alla mitologia nordica e al ciclo di miti che ruotano intorno alla figura del dio Odino e della sua stirpe.

Quando venne profetizzata la morte del figlio di Odino, Baldur, la madre Frigg si recò da ogni animale, pianta o roccia esistente per chiedere loro che giurassero di non fare mai del male al figlio. Non riuscì, tuttavia, a strappare la promessa al vischio, perché troppo giovane.

Proprio del vischio approfittò Loki per colpire Baldur, trafiggendolo e causandone la morte. Secondo la leggenda, gli dei riuscirono poi a resuscitare Baldur e proprio per questo, per la felicità di riavere suo figlio, Frigg, che era anche dea dell’amore, stabilì che ci si scambiasse un bacio sotto il vischio.

La pianta è stata quindi, nel corso del tempo, associata a vitalità e fertilità ed è entrata nella tradizione natalizia nel 18° secolo, tempo a cui risalgono altre leggende.

Druidi e gentiluomini alle origini del vischio

Altre leggende fanno risalire le origini di questa tradizione ai tempi dei Druidi Celtici, che avrebbero conferito alla pianta del vischio un lato “romantico” per la sua capacità di sbocciare anche nei periodi più freddi e duri dell’inverno.

Un’altra teoria ci porta, invece, nel 18° secolo: gli uomini avevano il permesso di baciare ogni donna che passasse sotto il vischio, che raramente rifiutava, dato che si credeva che rifiutare portasse sfortuna. Secondo alcune teorie, ad ogni bacio gli uomini dovevano staccare una delle bacche bianche del ramo: finite le bacche, avrebbero dovuto smettere anche di richiedere baci.

Se non lo avete ancora sistemato sulla porta d’ingresso, quindi, andate subito a prendere un rametto di vischio per decorare la vostra casa!

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti