È stata disputata la prima partita di tennis nello Spazio

Incredibile, ma vero: in questi giorni è stata disputata la prima partita di tennis nello spazio. Ecco cosa è successo!

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Forse non lo sapevate, ma in questi giorni nello Spazio è stata disputata una partita di tennis. 

Si tratta del primo match in assoluto avvenuto là dove non c’è forza di gravità. Ad organizzarlo l’Us Open insieme a Drew Feustel, astronauta, ma soprattutto grande appassionato di tennis. Lo scienziato è cresciuto con il sogno di disputare una partita a Wimbledon o al Rolland Garros, ma le circostanze della vita l’hanno portato lontano, nello Spazio.

In questi giorni però Drew è riuscito a disputare un match che non dimenticherà mai e che passerà alla storia come il primo avvenuto nello Spazio. L’incontro è stato disputato a bordo della stazione spaziale internazionale ISS, mentre orbitava intorno alla Terra ad una velocità di 27.600 chilometri all’ora.

Al doppio hanno partecipato anche gli astronauti della Nasa, Ricky Arnold e Serena Auñon-Chancellor e Alexander Gerst, esperto dell’Esa.

Sono serviti 8 mesi per preparare la partita di tennis, che è stata organizzata con l’aiuto della United States Tennis Association. Lo scopo? Avvicinare i giovani tennisti ai segreti dello Spazio, ma anche promuovere gli Us Open. Non a caso l’evento è stato trasmesso in diretta sulle Facebook, Twitter e YouTube della celebre manifestazione ed è stato proiettato in 3D sull’Unisfera del Flushing Meadows Park di New York.

“A rendere difficili le cose c’è che non abbiamo la gravità – aveva confessato Feustel ai suoi follower poco prima del match -. Le palline non rimbalzeranno e la gravità non avrà effetto. Per me sarà come il vecchio gioco Pong, dove si colpisce la palla e questa va solo dritta, senza saltare e rimbalzare da nessuna parte. Sarà una sfida, in cui dovremo inventarci delle nuove regole”.

Per riuscire a giocare nello Spazio le racchette sono state rimpicciolite, imitando la misura di quelle da tennistavolo. Anche il campo era decisamente ristretto, grande pochi metri quadrati. Nonostante ciò i giocatori sono riusciti a colpire la pallina, volteggiando e fluttuando.

Drew Feustel

Drew Feustel – Fonte: Facebook

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti