Primo errore tecnologico, l'orologio dell'arbitro vibra ma non è gol

Incredibile caso nel derby di Genova

Fonte: Screenshot tratto da Sportmediaset

Incredibile episodio durante il derby di Genova, vinto 2-1 dalla Sampdoria.

Sul finire del primo tempo la partita è stata sospesa per un paio di minuti. Un colpo di testa di Silvestre è andato a sbattere contro la traversa, con la palla che è poi rimbalzata per terra nettamente in campo, lontana dalla linea di porta di almeno 30-40 cm. L’azione è ovviamente proseguita, senza polemiche né proteste.

L’arbitro Tagliavento però ha fermato tutto e si è diretto dal quarto uomo sorprendendo tutti: il suo speciale orologio dotato della famosa goal line technology ha effettivamente vibrato. Per la tecnologia insomma si trattava di un gol, cosa che ha costretto la terna a consultarsi per chiarire il da farsi visto che in questi casi la rete dovrebbe essere assegnata praticamente in automatico.

Come ha spiegato la Lega Calcio si è trattato di una sorta di cortocircuito del meccanismo, tanto è vero che la vibrazione non era da riferirsi ad alcun episodio specifico: tutti gli orologi di arbitro e quarto uomo hanno iniziato a vibrare indipendentemente dalla posizione del pallone. Un problema tecnico, quindi, poi rientrato.

Durante l’intervallo, poi, il quarto uomo si è avvicinato alla porta incriminata e ha testato il meccanismo della Goal Line Tecnhonlogy, per verificarne l’effettivo funzionamento.

La partita è poi proseguita con altre emozioni: se nel primo tempo Rigoni aveva risposto a Muriel, nella ripresa un cross del colombiano ha portato all’autogol decisivo di Izzo. 

Nel Genoa si è rivisto Pavoletti e l’attaccante della Nazionale ha avuto subito tre occasioni importanti di testa: sulla prima è stato anticipato da Izzo, sulla seconda non ha sorpreso Puggioni, il portiere-ultra, e sulla terza ha sfiorato il palo. Nel finale Quagliarella si è divorato un altro gol dopo aver sbagliato un rigore ma dopo cinque minuti di recupero la Samp ha potuto festeggiare il ritorno alla vittoria.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti