Quadri iper realistici, gli straordinari paesaggi di An Jung-Hwan

La natura iper realistica coreana raffigurata nei quadri del pittore An Jung-Hwan

Ad un primo sguardo sembrano delle fotografie, invece sono quadri iper realistici raffiguranti la natura. L’autore è An Jung-Hwan, un talentoso pittore coreano nato nel 1978, che si sta facendo conoscere anche grazie ad Internet. Le sue opere sono davvero incredibili: tele di grandi dimensioni che raffigurano scenari naturali con una dovizia di particolari che quasi si stenta a credere non siano una riproduzione fotografica o un’opera fatta con il computer.

Invece è tutta opera delle mani di questo giovane coreano e del sapiente uso che fa dei colori ad olio. An Jung-Hwan sceglie di utilizzare i colori ad olio poiché gli permettono di ricreare la ricchezza delle sfumature della natura, di dare brillantezza ai suoi paesaggi, di renderli il più realistici possibili.
An Jung-Hwan è un amante della natura, soprattutto quella coreana che ben conosce, è impeccabile nel ricrearne i dettagli grazie alla sua innata abilità nell’utilizzo dei colori e nella loro giusta miscela.

Per creare quadri iper realistici è fondamentale possedere alcune caratteristiche: innanzitutto, per dipingere un elemento naturale, ad esempio un albero, è necessario avere una chiara comprensione riguardo la sua struttura e l’anatomia. Bisogna conoscere perfettamente la natura e per farlo è necessaria una capacità di osservazione impeccabile, avere il gusto della contemplazione. Solo attraverso un’osservazione precisa è possibile capire la consistenza degli elementi, come sono collocati e come si sovrappongono. Un altro elemento fondamentale è, senza dubbio, una dose enorme di pazienza: ogni porzione di quadro richiede una lenta lavorazione. Ricreare, ad esempio, il fogliame è un processo incredibilmente lungo: bisogna disegnare le foglie nella loro esatta posizione, capire come si intrecciano con le altre, delineare la loro forma, la loro consistenza e riprodurre il loro colore. In generale, la realizzazione delle opere di Jung-Hwan richiede parecchie settimane.

Il risultato è stupefacente e lo spettatore resta estasiato di fronte a questi quadri iper realistici, ha quasi voglia di entrare in questa natura magica, che rappresenta i paesaggi coreani (luogo di provenienza dell’artista). Grazie alla quasi totale presenza del colore verde, che è un colore calmante, lo spettatore prova piacere a contemplare queste opere. Inoltre, grazie al sapiente uso che Jung-Hwan fa della luce, i dipinti esprimono una sensazione di calore, di benessere.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti