Quante calorie assumere in gravidanza? Il calcolo da fare

Il fabbisogno di una mamma cambia durante la gravidanza, così come fisiologicamente il suo peso: su questi aspetti ci sono diversi punti di vista

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La gravidanza è uno dei momenti più belli della vita di una donna, ma a volte le donne se ne rendono conto a posteriori: mentre la si vive infatti, soprattutto la prima volta, si diventa facilmente preda di ansie e preoccupazioni (meglio una gravidanza estiva o invernale?)

Molte donne si preoccupano del peso da assumere in gravidanza e anche molti ginecologi contribuiscono ad aumentare l’ansia in questo senso, imponendo diete rigide alle loro pazienti fin da subito: ma in realtà, quanto peso si dovrebbe prendere in gravidanza?

Il dato è molto soggettivo, perchè dipende dal peso di partenza della gestante: una donna normopeso può prendere, restando in salute, fra gli 11 e i 15 kg di peso in più. Ma se si parte in sottopeso, la forbice si allarga arrivando anche ai 18 kg, mentre se si è sovrappeso, si riduce dai 6 agli 11 kg. Questo per non accusare problemi di salute in gravidanza, come diabete, pressione alta, parto difficile o pre-eclampsia (voglie in gravidanza: sono vere o è un mito da sfatare?)

Un bambino alla nascita pesa circa 3-3.5 kg: tutto il resto del peso assunto dalla donna in gravidanza quindi che cos’è? In massima parte l’aumento ponderale dipende dalla placenta, dal liquido amniotico, ma anche dagli organi che si ingrossano, primo fra tutti l’utero ma anche il volume del seno e quello del sangue, senza contare la riserva di grasso che il corpo accumula sapendo che dopo dovrà nutrire il bambino.

In gravidanza si assume peso man mano, durante le 40 settimane di gestazione: all’inizio si potrà avere un balzo di 1 kg o 2, mentre successivamente il giusto aumento dovrebbe attestarsi intorno al mezzo chilo a settimana. Alcuni medici consigliano di aumentare l’apporto calorico nell’ultimo trimestre, dalle 200 alle 3000 calorie in più: l’importante è che la mamma mangi cibo nutriente e di qualità, perchè quello che serve al bimbo viene sottratto dal loro corpo (non a caso, la gravidanza è il limite ultimo della resistenza umana)

Per questo alcuni medici prescrivono alle mamme in attesa cocktail multivitaminici, per sostenere il corpo materno man mano che il bambino cresce: lui prenderà infatti i nutrienti dal corpo della mamma e quando sarà grande, negli ultimi mesi, avrà bisogno di “mettere a punto” ogni organo prima di nascere.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti