Sopracciglia, sai che sono cruciali per riconoscere le persone?

Lo sostiene uno studio del Massachusetts Institute of Technology. Ecco il motivo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Depilate, folte, ad ali di gabbiano: le sopracciglia ne hanno viste davvero di tutti i colori nel corso del tempo. Negli anni ’20 si  portavano sottilissime e “drammatiche”, negli anni ’50 ad ali di gabbiamo come Marilyn Monroe, nel 1980 molto folte. Una vera e propria evoluzione, e un interesse immutato nei loro confronti. Il motivo? Sono la cornice dello sguardo.

Non solo, le sopracciglia sono un tratto fondamentale del nostro viso. A dirlo è uno studio del MIT (Massachusetts Institute of Technology), secondo cui le persone hanno più difficoltà a riconoscere visi familiari quando questi sono raffigurati senza sopracciglia. In questo senso secondo i ricercatori le sopracciglia sarebbero addirittura più importanti degli occhi.

Tante altre sono le curiosità che ruotano intorno alle sopracciglia. Ci aiutano, ad esempio, perché hanno la funzione di tenere sudore e pioggia lontani dagli occhi. La loro forma ad arco infatti fa defluire i liquidi ai lati del viso. Benché spesso si tenda a sfoltirle, in realtà sono naturalmente folte. Si parla di circa 250 peli per sopracciglia, ma in alcuni casi si può arrivare a un totale anche di 1100.

Forse non tutti sanno che le sopracciglia hanno anche un ciclo vitale di circa quattro mesi, e che sono “controllate” dalla voce: più il tono si alza più anche loro seguono a ruota. Quando si fa un’espressione non intenzionale (come quelle di paura o sorpresa), le sopracciglia si muovono in modo simmetrico. Si nota invece asimmetria quando la manifestazione è cosciente.

L’ossessione per le sopracciglia ha origini decisamente antiche: durante il Rinascimento italiano si usava rasarsele completamente per far apparire più alta la fronte, mentre in America nell’Ottocento le persone preferivano rinforzarle e farle crescere folte.

Infine c’è chi sostiene che le sopracciglia svelino alcuni tratti del nostro carattere. Secondo lo studioso Mac Fuller, infatti, chi le ha ad arco sarebbe portato alla socialità, ma non alla risoluzione dei problemi. Sopracciglia dritte sarebbero indice di persone razionali, dirette e affini alle attività tecniche. È nato per il potere, infine, chi ha sopracciglia “a punta”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti