0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Storia e analisi dei dissing tra Salmo e Sfera Ebbasta

Nel nuovo album di Salmo c’è una traccia con Sfera Ebbasta, ma ricordate quando nel 2016 se le sono cantate a suon di post e interviste?

Venerdì 9 ottobre è una data molto attesa dato che esce il nuovo album di Salmo, “Playlist”. E indovinate un po’? C’è una traccia anche con Sfera Ebbasta.

E non ci sarebbe nulla di male se non fosse che i due, nel 2016, se le sono dette di santa ragione. In realtà Sfera Ebbasta non è un’artista che fa dissing, a lui non è mai interessato farsi conoscere attraverso queste modalità. Eppure ci si è trovato in mezzo e con un rapper tra l’altro molto conosciuto e famoso nell’ambiente. Se siete smemorati e non ricordate cos’è successo, ci pensiamo noi a rinfrescarvi la memoria.  Nel video di Salmo, “Mr. Thunder”, il rapper ironizza sulla scena trap, facendo quelli che sembrano riferimenti a Sfera Ebbasta (che in effetti è uno dei suoi esponenti più in vista). La parodia non è piaciuta molto al trapper che, in un’intervista a Rolling Stones, ha usato parole molto forti nei confronti del rapper sardo. «Sì, e penso che me lo può sucare, io non parlo di lui, non so cosa fa, non so qual è il suo ultimo pezzo. Lo conosco perché è Salmo, ma se è lui a parlare di me allora ho vinto io. Quando ho visto il video avrei voluto rispondergli “Zio, ma quanto sei un fallito? Poi ci becchiamo e mi saluti?”. Eppure non l’ho fatto. Lui l’ha messa come parodia, però lo sa che certe robe tirano più di altre. E poi frate, Salmo è finto. A cominciare dalla sua presunta indipendenza discografica. Siamo più indipendenti noi che non lo siamo».

Silenzio da parte di Salmo. E poi, post di Sfera. Che dice di aver parlato al telefono col rapper e di aver chiarito tutto quanto pur non avendo apprezzato molto la parodia di “Mr. Thunder”. Scuse da parte di Sfera – che ammette di aver usato toni troppo forti durante l’intervista a Rolling Stone – e promessa di non farsi tirare mai più per i piedi in mezzo ai dissing. A questo punto è stata la volta di Salmo d’intervenire: e, in questo caso, il rapper sardo ha dato tutta la colpa proprio a Rolling Stone. «Abbiamo capito che state vendendo poche copie ma non è una buona scusa per usare il mio nome! Metteteci un morto in copertina così la gente lo compra e siete contenti!». Insomma, anche Salmo la tocca piano.

Adesso la pace dovrebbe essere definitivamente fatta dato che alcune tracce del nuovo album di Salmo sono uscite allo scoperto. E in una di queste c’è una collaborazione con Sfera. La notizia ha già mandato in fibrillazione l’internet, tanto che diversi youtuber stanno iniziando a prendere parola.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti