Ti addormenti troppo velocemente? Non è un buon segno

Addormentarsi appena si posa la testa sul cuscino può indicare che non si riposa correttamente durante la notte

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il sonno è fondamentale per la salute umana: un individuo adulto dovrebbe dormire fra le 7 e le 9 ore a notte e quando non riesce a farlo i danni al cervello e al resto del corpo sono assicurati ed irreversibili. Per questo l’insonnia va trattata come una vera e propria patologia, anche quando lo stesso paziente non si rende conto di esserne affetto.

Come accorgersi che non si sta dormendo abbastanza? Il corpo ci invia alcuni segnali precisi, come spiega la dottoressa Ashley Ingiosi, una neuroscienzata specializzata in disturbi del sonno alla Washington University.

Chi si addormenta troppo in fretta, appena posa la testa sul cuscino, probabilmente dorme troppo poco: per addormentarsi in genere servono dai 15 ai 20 minuti. Anche se si soffre di sonnolenza diurna (tendenza ad addormentarsi in momenti di inattività, ad esempio davanti alla tv o nel traffico) il motivo potrebbe essere la scarsa qualità del riposo notturno.

Anche chi non riesce a svegliarsi la mattina potrebbe non essere semplicemente pigro, ma non aver dormito abbastanza, o abbastanza bene, durante la notte (c’è anche chi dice che svegliarsi presto la mattina fa male)

Il sonno è troppo importante per essere trascurato: gli scienziati hanno ormai accertato l’importanza del sonno in moltissimi ambiti della salute umana, dal sistema immunitario a quello nervoso. E’ stato sperimentato che chi ha dormito bene dopo un vaccino ha sviluppato anticorpi migliori di chi aveva riposato male, ma anche che chi soffre di insonnia tende ad avere problemi di concentrazione e di peso.

Si può provare a migliorare da soli la propria qualità del sonno cercando di non mangiare troppo prima di andare a letto, facendo esercizio fisico (ma non di sera) e concedendosi brevi riposini diurni (mai sopra la mezz’ora). Se non si ottengono ancora risultati apprezzabili, è necessario consultare un medico, meglio se uno specialista del sonno: il riposo è troppo importante per privarcene!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti