Un Posto al Sole: attore si lascia sfuggire un indizio

Le riprese dei nuovi episodi di ‘Un Posto al Sole’ potrebbero essere davvero imminenti e uno dei protagonisti si è lasciato sfuggire un indizio social

3 Giugno 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Instagram

Vi avevamo già parlato della riapertura del set di Un Posto al Sole, annunciata via social con un messaggio della Rai che confermava come l’avvio delle riprese fosse alle porte. La notizia era stata accolta letteralmente da una pioggia di like entusiasti da parte dei fan, che per settimane avevano goduto comunque della compagnia dei loro beniamini grazie allo spin-off Un po’ sto a casa.

A ulteriore conferma, poi, c’erano state anche le dichiarazioni dell’attore Patrizio Rispo – che da anni è il volto del portiere di Palazzo Palladini, Raffaele Giordano. Ora alle sue parole rassicuranti si aggiungono quelle del collega di set Germano Bellavia che interpreta Guido Del Bue nell’amata soap di Rai 3.

L’artista, infatti, si è lasciato sfuggire un possibile indizio sul futuro della serie, dettaglio che non è certo sfuggito al pubblico. Tramite il suo profilo Facebook, Bellavia ha condiviso un’immagine che lo ritrae con cappellino e occhiali da sole nella sua auto. Ma è la mascherina indossata a catalizzare l’attenzione: su di essa compare ben in vista il logo di Un Posto al Sole e il nome dell’attore. Che sia il modo più semplice per riconoscersi proprio sul set di UPAS?

Ci sarà”: è questa la didascalia che accompagna la foto, ad avvalorare le ipotesi che la riapertura del set sia davvero imminente. In più, le emoticon con il sole e il cuore azzurro sembrano portare nella medesima direzione così come alcuni commenti dello stesso Bellavia. L’attore ha risposto a un fan citando il mese di luglio, il che potrebbe fare riferimento sia alla messa in onda delle nuove puntate sia all’avvio delle riprese.

Il post “incriminato” è datato 31 maggio e, date le normative attualmente in vigore, si può sperare che i riflettori si stiano accendendo in questo inizio giugno o che siano più che prossimi a farlo. Staremo a vedere.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti