Vasco Rossi, stop ai concerti con Live Nation dopo l'inchiesta de 'Le Iene'

Vasco Rossi ha deciso di sospendere il suo rapporto con Live Nation, suo live promoter, dopo lo scandalo svelato da 'le Iene'

Clamorosa decisione di Vasco Rossi: il rocker di Zocca, uno dei musicisti più amati d’Italia, ha deciso di sospendere i suoi rapporti con Live Nation, famosa società di organizzazione dei concerti, a seguito dell’inchiesta trasmessa martedì sera da ‘Le Iene’, popolare show di Italia 1.

La comunicazione è arrivata da parte di Giamaica Management, società legata allo stesso cantante.

“Dopo aver appreso dal servizio televisivo de Le Iene di un possibile coinvolgimento di Live Nation nella rivendita “secondaria” di biglietti per i concerti in Italia, Giamaica management comunica di avere attualmente sospeso ogni rapporto commerciale con Live Nation e si riserva di agire per vie legali essendo totalmente estranea a quanto emerso dal servizio giornalistico”, si legge sul profilo Facebook ufficiale del Blasco.

“Giamaica ritiene che l’attività di secondary ticketing, altamente speculativa, è da tempo riconosciuta come dannosa non solo per il pubblico ma anche per gli artisti che a loro insaputa e loro malgrado si ritrovano per errore coinvolti”, conclude il post.

Come anticipato, lo scandalo del ‘bagarinaggio 2.0’, che potrebbe coinvolgere LiveNation, uno di promoter più importanti del settore musicale, è stato svelato martedì sera ne ‘Le Iene’ da Andrea Viviani, che ha dimostrato i rapporti commerciali della stessa società coi siti di ‘secondary ticketing’.

Con il ‘secondary ticketing’, come accaduto nel celeberrimo caso del concerto dei Coldplay per il 3 luglio a San Siro, i biglietti non arrivano nemmeno sui siti di vendita online ma vengono girati immediatamente dagli organizzatori alle società che operano nel mercato secondario, ovviamente a prezzi maggiorati.

Il tutto avverrebbe spesso addirittura con il consenso degli artisti, come viene ventilato da Roberto De Luca, amministratore delegato di Live Nation Italia nel corso del programma: proprio per essersi sentito in un certo senso indirettamente chiamato in causa, il management di Vasco Rossi avrebbe deciso di lasciare immediatamente il promoter.

Ricordiamo ome proprio il clamoroso caso dei Coldplay, preceduto peraltro da innumerevoli situazioni simili, come quello legato ai concerti di Bruce Springsteen, abbia spinto il pm milanese Adriano Scudieri ad aprire un’inchiesta giudiziaria con l’ipotesi di reati di sostituzione di persona e truffa informatica.

Screenshot da Facebook

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti