0, 0, 1, 0, 0, 0, 0 trend

5 esercizi yoga sul Chakra del cuore

Lo yoga aiuta a estendere la funzionalità del timo, una ghiandola che alza le difese immunitarie ed è collegata al Chakra del cuore

Il timo è una ghiandola che sta all’altezza dello sterno. La sua funzione è quella di produrre linfociti T che alzano le difese immunitarie proteggendoci da virus e batteri. Una delle caratteristiche peculiari del timo è quella di ridursi fino quasi a scomparire durante l’età adulta. La sua attività dopo l’adolescenza non è solo limitata ma irrilevante.

Secondo le più accreditate spiegazioni scientifiche, questa ghiandola è, di fatto, completamente inutile. Le persone adulte dispongono già di difese immunitarie ben consolidate e la produzione di altri linfociti T non darebbe ulteriori benefici. Tuttavia, secondo le filosofie orientali, il timo è collegato al Chakra del cuore associato ad affetti e sentimenti. Alcuni esercizi potrebbero allenare la ghiandola regalandoci una sensazione di benessere e apertura verso i sentimenti.

Bhujangasana, Dhanurasana e Matsyasana

Il primo esercizio per risvegliare il Chakra del cuore si chiama Bhujangasana, o più semplicemente posizione del cobra. Eseguirlo è piuttosto facile. Stendetevi pancia a terra e inarcate il petto verso l’alto facendo pressione a terra con i palmi delle mani. Allo stesso tempo contraete i glutei andando a proteggere i lombari.

Rimanendo in posizione prona, passate poi alla posizione dell’arco (Dhanurasana). Inarcate questa volta tutto il corpo fino ad afferrare le caviglie con le mani stendendo le braccia dietro di voi. Come terzo esercizio, eseguite la posizione del pesce (Matsyasana). Partendo da posizione supina, inarcate la schiena verso l’alto buttando la testa all’indietro. Potete incrociare le gambe o distenderle. Allo stesso modo, potete tenere le braccia lungo il corpo o incrociarle sul petto.

Ustrasana e Virabhadrasana

Gli ultimi due esercizi di yoga sono la posizione del cammello e quella del guerriero. Per eseguire l’Ustrasana (posizione del cammello), inginocchiatevi senza andare in accosciata. Stendete le braccia di fronte a voi mantenendole parallele al suolo. Di seguito, portate le braccia dietro il corpo e afferrate le caviglie inarcando la parte superiore del busto.

Per eseguire la posizione del guerriero, dovete invece portare la gamba sinistra di fronte a voi in modo da avere un angolo retto fra stinco e coscia. Allungate la gamba destra dietro al corpo e stendete le braccia e il collo verso l’alto. Tutti questi esercizi potrebbero estendere le funzioni del timo.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti