Avvistata in Liguria la tartaruga liuto: tutte le curiosità

L'emozionante incontro con il dinosauro del mare

1 Ottobre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Il team di ricercatori di Delfini del Ponente ha avuto un incontro ravvicinato con la Tartaruga Liuto. Un evento non così comune, e per questo sorprendente. “Ci trovavamo a circa un miglio dalla costa durante una delle nostre solite uscite per il monitoraggio della fauna marina costiera con il progetto di Delfini del Ponente in Liguria – racconta Elena Fontanesi, biologa e vice-presidente – Quando appena prima del Porto di Aregai in provincia di Imperia, abbiamo notato una macchia nera in mare e ci siamo avvicinati con il gommone convinti fosse un sacchetto di plastica da raccogliere”. E invece no.

Non era affatto un sacchetto dell’immondizia: era una tartaruga liuto. “Era la prima volta che la vedevamo. In tanti anni di studi, ricerca e monitoraggio in mare non ci era ancora capitato di osservarla così da vicino ed è stato stupefacente. Un po’ come osservare un animale preistorico e spesso ai giovani appassionati parliamo della tartaruga liuto come del dinosauro del mare!”. Un entusiasmo dettato dal fatto che gli avvistamenti nel Mar Mediterraneo non sono poi così comuni, soprattutto per quanto riguarda gli animali vivi.

La Tartaruga Liuto è la più grande al mondo e può anche superare i 2 metri di carapace arrivando anche a pesare 700 chili. Questa specie non si riproduce nel Mediterraneo e, nonostante sia una delle tre tipologie di tartarughe che si possono incontrare nel nostro mare, la liuto non nidifica qui e quindi è molto raro avvistarla.

È l’unica tartaruga che non è provvista di un vero e proprio carapace corazzato e infatti è conosciuta anche come leatherback turtle ossia tartaruga dal dorso di cuoio per la tipica struttura del dorso. Si tratta di un adattamento all’immersione profonda: è infatti l’unica specie che può immergersi fino ad oltre 1000 m di profondità. Ha un carapce coriaceo con 7 creste, più o meno evidenti.

All’interno della bocca, sul palato e nell’esofago ha dei dentelli spinosi rivolti verso l’interno, in modo che la preda ingoiata non esca dalla bocca.

Infine, la Tartaruga Liuto è un animale dalle sembianze e dalle origini preistoriche; i bambini possono pensare che sia un dinosauro ed effettivamente l’impressione è proprio quella.

Foto: Ufficio stampa Delfini del Ponente

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti