2, 0, 2, 1, 2, 0, 0 trend

La tartaruga punk con la cresta verde è a rischio estinzione

La Società di Zoologia di Londra ha stilato la lista degli animali maggiormente in pericolo nel mondo: c’è anche la tartaruga punk dalla cresta verde

Gli scienziati della Zoological Society of London (ZSL) hanno compilato la nuova lista EDGE, che tiene traccia degli animali maggiormente in pericolo nel mondo, dai mammiferi, agli uccelli. Tra le cento specie di rettili più minacciate del pianeta alla 29esima posizione si trova una tartaruga dalla….capigliatura molto alla moda!

La Mary river (nome scientifico: Elusor macrurus) spesso sviluppa una inaspettata cresta di alghe verdi, tale da renderla a tutti gli effetti “punk”.

Il nome deriva dal fatto che vive solamente nel fiume Mary, nel Queensland, in Australia ed è sull’orlo dell’estinzione perché l’uomo ha decimato le giovani generazioni tra gli anni 60 e 70. In questi anni era infatti un animale domestico molto apprezzato: per anni sono stati catturati adulti e neonati per un numero superiore ai 15 mila esemplari e la popolazione è diminuita del 95 percento.

Anche il suo aspetto particolare e unico ha contribuito a renderla così desiderata. La tartaruga “punk” sviluppa spesso una crescita di alghe sulla testa e sul tutto il carapace: in più sotto il mento ha due escrescenze simili a dita, che utilizza come organo per tastare la sabbia del fiume dove vive. Nuota poi molto velocemente grazie alla forma del suo corpo e alla lunga coda, che può misurare fino a due terzi del carapace.

La lunghezza massima della tartaruga arriva a 50 centimetri, ma non è solo questo che la contraddistingue: la Mary river infatti può sopravvivere fino a 72 ore sott’acqua, respirandone l’ossigeno.

In effetti la tartaruga è proprio una specie particolare e si può considerare “un fossile vivente”, che ha iniziato a svilupparsi separatamente dalle altre tartarughe 40 milioni di anni fa.

Nonostante la situazione difficile in cui si trova la specie, nel 2007 Chris Van Wyk ha scattato delle foto uniche della tartaruga e l’ha trasformata in un simbolo del fiume Mary. Grazie alla diffusione sui media, gli ambientalisti hanno evitato la costruzione di una diga, che avrebbe probabilmente cancellato la specie dal pianeta.

La tartaruga dalla cresta verde rimane comunque a rischio estinzione e il team di scienziati che ha stilato la lista EDGE, guidati dal ricercatore Rikki Gumbs, sperano in normative e azioni più incisive. I rettili sono in genere meno tutelati rispetto ad altre classi animali, come i mammiferi. Forse il punk salverà la Mary river.

tartaruga punk rischio estinzione

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti