Barbara Carfagna contro Boncompagni per Isabella Ferrari

La giornalista del Tg1 con un post su Facebook ha provocato la risposta di Marco Travaglio e ricordato un episodio del passato

L’addio a un personaggio ironico, eclettico, leggero quanto basta come Gianni Boncompagni non poteva che essere accompagnato anche da inevitabili osservazioni, più o meno critiche rispetto all’operato di una nuova radio prima e di una nuova tv poi.

A destare qualche perplessità sulle scelte sentimentali dell’inventore di Alto Gradimento, Bandiera Gialla, Non è la Rai è stata l’inviata del Tg1 Barbara Carfagna, che su Facebook ha scritto un post esplicito: “Quanto cambia chi è la persona che lo compie nel racconto di un comportamento?”. L’ argomento spinoso riguarda le relazioni avute da Boncompagni con ragazze molto più giovani di lui, una su tutte l’attrice Isabella Ferrari, appena 17enne quando Boncompagni di anni ne aveva 50: “Io me lo ricordo a qualche festa da D’Agostino in cui si parlava di Berlusconi – ha proseguito la Carfagna –. Anche lui aveva avuto amanti minorenni e le aveva piazzate con successo, anche nella Tv di Stato”.

L’accusa della giornalista Rai è diretta proprio all’attrice, della quale pubblica uno scatto in compagnia di Marco Travaglio:

“Una di queste amate e piazzate in Rai a 16 anni, era lei. Isabella Ferrari. Qui insieme a uno dei più grandi accusatori di Berlusconi per le vicende Ruby e Noemi. Però Boncompagni – scrive ancora la Carfagna – lo abbiamo sempre visto tutti solo come un creativo Pigmalione. Lei e la Gerini come due miracolate per averlo avuto accanto, brave belle e intelligenti; una oggi pure sofisticata intellettuale, in teatro con Travaglio“.

Pochi giri e la replica del direttore de Il Fatto Quotidiano ha messo in evidenza una certa distanza tra l’ex premier e Boncompagni. Una puntualizzazione a cui la stessa Carfagna ha deciso di replicare, sempre attraverso il suo profilo Facebook:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti