Dai Beatles a oggi, ecco i più famosi concerti sui tetti

Beatles, 50 anni fa ii concerto sul tetto di Savile Row. Dagli U2 ai Darkside, passando per Baglioni, ecco chi ha imitato la band di Liverpool

30 gennaio 1969: esattamente 50 anni fa, i Beatles si congedavano dai fan con un concerto sul tetto di Savile Row.

Si trattava dell’ultima esibizione live della band di Liverpool che decise di improvvisare un concerto in cima all’edificio che ospitava gli uffici della Apple Corps, a Londra. Fu l’ultima volta in cui John, Paul, George e Ringo suonarono insieme prima di sciogliere definitivamente la band, dopo l’uscita del White Album. Un evento ribattezzato “Rooftop Concert” che ha fatto storia, entrando ben presto nell’immaginario collettivo pur non rappresentando una vera e propria novità. Prima di loro lo avevano già fatto i Jefferson Airplane.

È del 19 novembre 1968 il concerto dei Jefferson Airplane sul tetto dello Schuyler Hotel di New York. Il gruppo californiano venne filmato dal regista Jean-Paul Godard per il film “One American Movie”. Un’esibizione non autorizzata e che provocò non pochi problemi alla band, compreso l’intervento della polizia, come rivelò in seguito la cantante della band Grace Slick.

A emulare i Beatles, ci hanno pensato gli U2 nel 1987, salendo sul tetto del Republic Liquor Store di Los Angeles per girare il video di “Where The Streets Have No Name”. Un chiaro tributo alla band di Liverpool, tra le influenze principali di Bono e compagni, tanto da inserire la cover di “Helter Skelter” nell’album “Rattle and Hum” dell’anno successivo.

Divertentissima (e apprezzata dai passanti) l’idea di far “suonare” ai Muppets, su un tetto di una palazzina di Brighton, “Dance Yrself Clean” degli LCD Soundsystem. In Italia, invece, a seguire l’esempio dei Beatles è stato Claudio Baglioni. Nel 2007, il cantante improvvisò un concerto dal balcone di un palazzo di Centocelle, lo stesso dove aveva suonato per la prima volta da giovane. Un modo per omaggiare anche il quartiere dove è cresciuto prima di raggiungere il successo.

Restando in Italia, un omaggio (più o meno diretto) ai Beatles è quello di Coez, artista nostrano che ha intitolato “From the Rooftop” la raccolta di brani live in acustico rilasciata nel 2016. Più datata, invece, l’esibizione dei Darkside sul tetto della Boiler Room di New York. Il duo formato da Nicolas Jaar e Dave Harrington, ha suonato tra i grattacieli della Grande Mela nel 2013.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti