Condividi la tua password con il tuo lui? Fai male!

E' meglio cercare di costruire una relazione basandosi sulla fiducia piuttosto che condividere le password e continuare a litigare!

I social media hanno rivoluzionato le relazioni, che siano di amore, affetto o amicizia: costruire un’identità sul web con la quale rapportarsi al mondo esterno porta con sé tutta una serie di conseguenze, non tutte piacevoli.

Nei rapporti di coppia i social network sono in genere motivo di drammi e gelosie: per evitare questo alcune coppie decidono di condividere anche le password di accesso ai vari profili, ma a quanto sembra non è una buona idea.

A quanto pare infatti avere libero accesso ai profili social del proprio fidanzato o fidanzata non farebbe che acuire proprio questi stessi problemi: azzera la fiducia, fa sentire “in gabbia” e dà luogo comunque a litigi e discussioni, che possono nascere anche da un like o da un messaggio ricevuto, che l’altra persona vede in tempo reale.

Anche se fornire la password al proprio fidanzato o fidanzata può sembrare un sistema per dichiarare la propria “coscienza pulita”, in realtà è molto più intelligente cercare di costruire un rapporto equilibrato e basato sulla fiducia reciproca, che non dipenda dal controllo ossessivo di ogni mossa dell’altro (sapevi che se ti chiama come la tua ex è un complimento?).

Bisogna anche iniziare a dare ai social l’importanza che hanno: quella di un passatempo e niente di più. Gli psicologi hanno già dimostrato che una presenza eccessiva sui social non arricchisce, anzi mette in difficoltà le storie d’amore: coppie che passano ore a guardare lo smartphone invece che a parlarsi, troppo occupate a mostrare al mondo la loro idea di coppia perfetta invece che a costruirla, troppo impegnate a fotografare e condividere quello che succede invece che viverlo.

E’ proprio il caso di dire: spegnete il telefono e iniziate a vivere!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti