Conservi i pomodori in frigo? Cosa devi fare prima di cucinarli

Il frigorifero non è adatto per conservare i pomodori ma d’estate difficilmente se ne può fare a meno. Ecco il trucco per mantenerli sempre freschi

2 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

A pezzettini su una croccante bruschetta, ripieni al forno, con mozzarella e basilico per una gustosa caprese o ripassati in padella per un semplice piatto di pasta. Esistono innumerevoli modi per utilizzare i pomodori, uno degli ortaggi più versatili che la terra ci offre. Ottimi crudi ma anche cotti, sanno portare colore e freschezza sulle nostre tavole, soprattutto d’estate, la stagione in cui esplodono di gusto. Ma attenti alla loro conservazione: se li tenete in frigo, ad esempio, c’è una accortezza che dovreste tenere in considerazione prima di metterli nel piatto.

Innanzitutto, va detto che le basse temperature del nostro prezioso elettrodomestico non sono indicate per mantenere al meglio i pomodori (fanno male anche al cioccolato). Questi prodotti dell’orto, infatti, dovrebbero essere conservati fuori dal frigorifero, possibilmente in un luogo fresco, arieggiato e lontano da fonti di calore. L’ideale sarebbe riporli in una cesta, ben distesi e coperti da un canovaccio a trama larga.

Ma c’è di più: secondo Katie Sweeney, redattrice gastronomica di PopSugar, esistono diversi modi per conservare i pomodori a seconda del loro grado di maturazione. Quelli molto verdi e non ancora maturi, ad esempio, andrebbero tenuti in un sacchetto di carta con il gambo rivolto verso il basso. Quelli più maturi, invece, sarebbero da conservare a temperatura ambiente separati l’uno dall’altro e al riparo dal sole.

Ma d’estate, con il caldo e l’umidità, potrebbe essere difficile rispettare queste regole e si potrebbe cedere alla tentazione di conservare i pomodori in frigorifero (teneteli almeno lontani dai cetrioli). Un espediente che serve a frenarne la maturazione per poterli consumare anche dopo qualche giorno. Questa tipologia di conservazione, però, non è l’ideale per questi ortaggi perché li priva del loro classico profumo, della loro freschezza e, secondo Healthline, anche di alcune sostanze nutritive.

Come rimediare se non si può fare a meno di metterli in frigo? Una soluzione potrebbe essere quella di toglierli dal frigo almeno 24 ore prima di consumarli, in modo che possano ritrovare un po’ di quel sapore e di quegli odori tipici dell’ortaggio.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti