Ebbene sì, esiste un corso di laurea su Harry Potter

Un ardito professore ha deciso di realizzare un corso all’università tutto dedicato al mondo di Harry Potter

Ormai nel mondo esistono i corsi di laurea più disparati e diversi. Ma chi si sarebbe mai immaginato che ce ne sarebbe stato uno su Harry Potter?

State calmi. Purtroppo il corso di laurea di cui stiamo parlando non include lezioni di pozioni né di combattimenti auror. Eppure in India è stato lanciato un seminario che pone al centro proprio il fenomeno del maghetto nato dalla penna della grande e mitica J.K. Rowling. Le lezioni si svolgono alla Kolkata’s National University of Juridical Sciences e sono tenute dal professor Shouvik Kumar Guha, che ha molto insistito con le istituzioni universitarie per poter tenere questo corso. Il titolo è “An interface between Fantasy Fiction Literature and Law: Special focus on Rowling’s Potterverse” e tratta un tema abbastanza particolare. Ossia le connessioni che ci sono tra la legge e la letteratura fantasy. Si tratta di un argomento molto curioso e interessante che infatti ha richiamato moltissimi studenti. E ha ovviamente registrato il tutto esaurito in pochissime ora.

Ma di che cosa tratterà il corso? Come tutti ricorderanno, gli elfi domestici come Dobby erano tenuti in schiavitù, tanto che Hermione aveva iniziato a condurre una vera e propria battaglia per i loro diritti. E i licantropi non erano visti di buon occhio. Nel corso delle lezioni, quindi, gli studenti dovranno trovare analogie tra elfi e licantropi e la situazione sociale in India. Sarà facile? Forse no. Ma divertente e creativo, questo sì. Si affronteranno anche temi come la sovversione dei media da parte delle istituzioni.

Quella indiana non è stata l’unica università a istituire un corso basato sui libri di Harry Potter, perché c’è già un precedente in Inghilterra. Effettivamente non c’è modo migliore di coinvolgere dei ragazzi e farli appassionare allo studio di questo. I libri di J. K. Rowling sono tra i più venduti al mondo e non c’è persona che non conosca – anche superficialmente – le avventure del maghetto con la saetta in fronte. E pensare che la scrittrice ha creato Harry Potter proprio nel periodo più buio della sua vita, ossia quello in cui soffriva in modo grave di depressione. E, come nelle migliori delle favole, è stata salvata grazie a una bacchetta magica.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti