Cosa accade se mangi patate ogni giorno

E' un vero e proprio superfood, ma ci sono dei falsi miti da sfatare sulle patate: ecco come consumarle nella maniera più corretta

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Nella cucina di noi italiani è davvero difficile che manchino le patate. Questo perché sono un alimento dall’uso a dir poco versatile: si possono consumare a colazione, durante i pasti sia come piatto principale che come contorno, e non è raro impiegarle anche per realizzare gustosi dolci. Eppure è opinione comune pensare che questo tubero così generoso in termini di amido debba essere consumato in quantità limitate. Ma è davvero così?

In realtà no, non ci sono controindicazioni particolari per il consumo di patate, a patto che ovviamente non si esageri con le quantità e non le si mangi pasticciate o in versione fritta.

Le patate sono un vero e proprio superfood, dal momento che contengono antiossidanti, fibre, potassio: sono naturalmente prive di glutine, quindi indicate anche per chi è celiaco, e assicurano un senso di sazietà dopo averle mangiate. Come se non bastasse, sono una grande fonte di energia e hanno un’azione anche nell’aiutare a bilanciare il livello di zucchero nel sangue. Un errore che si fa comunemente quando si consumano le patate è sbucciarle: dovremmo imparare a mangiarle con tanto di buccia, perché è lì che si concentra la maggior parte delle fibre e dei nutrienti.

A dispetto di tutto ciò, le patate non godono sempre della buona reputazione che invece meriterebbero, proprio perché vengono associate alle patatine fritte, al purè o all’insalata di patate, tutti piatti che per quanto gustosi e prelibati appesantiscono l’organismo con grassi come olio, burro, maionese richiesti dalle loro preparazioni.

Ma allora qual è la quantità giusta di patate da consumare? Una porzione della dimensione di un pugno può essere mangiata anche tutti i giorni, ed è idonea pure per chi è a dieta, a patto che non venga accompagnata da cibi poco salutari. A casa, per resistere alla tentazione di cucinarle fritte, possono essere preparate arrostite con olio d’oliva ed erbe aromatiche.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti