Davide Guetta compie 50 anni: tutti i suoi grandi successi

David Guetta compie 50 anni: da "The world is mine" a "She wolf", ecco tutti i suoi più grandi successi

David Guetta compie 50 anni, dopo una vita all’insegna della musica e di grandi successi. Classe 1967 è nato a Parigi ed ha esordito sulle scene come dj e producer all’età di 17 anni. “Just a little More Love” è stato il primo lavoro che ha attirato l’attenzione delle grandi etichette discografiche, mentre il successo è arrivato nel 2005 grazie a “The world is mine”. Nel 2009 ha pubblicato “One Love” il suo quarto album, da cui è stato estratto l’omonimo singolo, divenuto un tormentone in grado di vendere 5,5 milioni di copie.

Nel 2009 ha deciso di produrre i Black Eyed Peas, ricevendo cinque nomination ai Grammy grazie al brano “I gotta feeling”, un anno dopo ha conquistato nuovamente la vetta delle classifiche con i brani di “One More Love”. Il 2011 è stato uno dei suoi anni più fortunati, grazie alla collaborazione con diversi artisti fra cui Akon, Lil Wayne, Flo Rida, Usher e Chris Brown, che hanno arricchito e reso unico il disco “Nothing but the beat”. Il lavoro ha ottenuto così tanto successo che nel 2012 è arrivato “Nothing but the beat 2”, che ha battuto ogni record grazie al singolo “She wolf”.

Il 2014 è stato un anno di grandi cambiamenti per David Guetta, che ha deciso di sperimentare un nuovo stile di produzione. In questo periodo il suo genio ha portato alla creazione di “Listen”, un album che ha segnato la carriera del dj, grazie anche a featuring importanti come quello con Emeli Sandé per “What I did for love”, con gli Script in “Goodbye friend” e con John Legend in “Listen”. David Guetta ha collaborato anche con Sia per realizzare l’album “Bang my head” e “The whisperer”, con Birdy in “I’ll keep loving you” e con Nicki Minaj per “Hey mama”.

“Nella mia carriera ci sono stati dei momenti cruciali, momenti in cui ho capito che tutto stava cambiando – ha raccontato qualche tempo fa, ripercorrendo i suoi successi -. Il primo è stato più di vent’anni fa, quando ho visto David Bowie, Naomi Campbell e gli U2 entrare nella mia discoteca di Pigalle, a Parigi, e ho deciso di smettere di andare all’università, perché questo doveva essere il mio lavoro. L’altro è stato nel 2009, quando è uscito il brano che ho prodotto per i Black Eyed Peas: I Gotta Feeling. Il disco che ha portato la dance nelle radio americane”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti