È morto Luigi, il cane postino: ecco la sua storia

Premiato per la sua servizievole fedeltà durante il lockdown, Luigi non ce l’ha fatta.

29 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Nel 2020 si è guadagnato il titolo di cane più fedele, celebrato al tradizionale Premio Fedeltà del Cane di San Rocco di Camogli. Ma arriva ora una triste notizia: Luigi, il pinscher di dodici anni che ha fatto da ‘postino’ durante il lockdown non ce l’ha fatta. Inutile la corsa dal veterinario insieme alla padrona che ha tentato di salvare la vita dell’amico a quattro zampe.

La sua generosità e l’abnegazione con cui aveva servito la sua famiglia nelle settimane più buie della pandemia avevano commosso tutti. Tanto che anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ne aveva tessuto le lodi. Luigi, dotato di uno zainetto apposito, affrontava il percorso tra la casa della sua padrona a Feltre e quella della mamma di lei. Trecento metri circa, lungo i quali il pinscher dal cuore grande trasportava i generi di prima necessità.

Caricato degli alimenti, dei giornali e di tutti i prodotti del caso, Luigi lasciava così Maria Beatrice e si recava da ‘nonna’ Anna per poi tornare a casa dopo la consegna. Un comportamento che non ha lasciato indifferenti i social che lo avevano applaudito con emozione. E come oltre un anno fa Zaia lo aveva celebrato, allo stesso modo oggi lo ha ricordato con dedicandogli un nuovo post su Facebook.

“Luigi se n’è andato all’improvviso, per un attacco di cuore, che si è fermato solo dopo aver appoggiato per l’ultima volta la testa sulla spalla di Maria Beatrice”, si legge sulla pagina ufficiale del presidente del Veneto che riporta quindi le parole della padrona. “Era come una persona, capiva tutto. Quando stavo male mi portava sempre qualcosa, magari solo una crocchetta per farmi sentire che mi era vicino”.

“Il piccolo, grande amico dell’uomo ora riposa nel giardino di casa, avvolto nella sua coperta e con al collo la medaglia di ‘cane più fedele del 2020’”, conclude il post.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti