Flavio Insinna, l'appello per i lavoratori dello spettacolo

Ospite di 'Da Noi... a Ruota Libera' di Francesca Fialdini a su Rai Uno, Flavio Insinna lancia un appello: "Ce la dobbiamo fare insieme".

28 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ospite di Da Noi… a Ruota Libera di Francesca Fialdini su Rai Uno, Flavio Insinna lancia un accorato appello per i lavoratori dello spettacolo: “Qui c’è da pensare ai lavoratori dello spettacolo, perché è un lavoro come altri. Si può pensare che il teatro sia superfluo, certo non siamo un ospedale, ma diamo medicine per l’anima. C’è da stare insieme, Bisogna trovare soluzioni insieme per cui spero che chi è sopra di noi e si occupa di noi, pensi a tutti gli invisibili: i tecnici, gli elettricisti”.

“Parlo per me. – continua Insinna – L’1 marzo torniamo felicissimi con la mia piccola orchestra, con lo spettacolo, i tecnici. Ci muoviamo in quindici, quindi nel mio piccolo era una piccola industria. Il 7 marzo si ferma tutto e stiamo aspettando per ripartire”.

Il conduttore, che si appresta a tornare con il suo programma L’Eredità sulla rete ammiraglia continua: “Io non lo dico per me, io sono un privilegiato della televisione, ma non dimentico i nostri inizi faticosi, conosco attori che fanno più fatica di me… quindi allargando il tema dal teatro al nostro Paese e al mondo: c’è da ritrovare un concetto di comunità più che di Paese: in una comunità il tuo problema è il mio e viceversa e magari la svanghiamo. Ce la dobbiamo fare insieme!”.

Il conduttore ha quindi dato vita a un appello realmente accorato nei confronti di chi può effettivamente fare qualcosa per cambiare le sorti del mondo dello spettacolo, fermato dall’emergenza sanitaria in seguito alla pandemia da Covid-19. Il ‘cuore’ di Flavio Insinna è rivolto soprattutto al mondo del teatro, effettivamente piegato dalle norme di distanziamento sociale attualmente in vigore. Il teatro è sempre stato un settore ‘critico’ e l’appello del conduttore de L’Eredità si somma a quello di amici e colleghi, che in questi giorni stanno spendendo parole e organizzando iniziative per risollevarne le sorti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti