Hai ancora questa console di videogiochi? Vale ben 230mila €

Una vecchia console classica proveniente dagli anni '90 in vendita a oltre 230mila euro su eBay: ecco perché vale così tanto

11 Dicembre 2023
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Fonte: 123RF

Sapete qual è la console più ricercata al mondo? Difficile che ci azzecchiate. Per quanto quelle di ultima generazione vanno a ruba, stiamo parlando di un pezzo che molti bollerebbero come semplice antiquariato buono tuttalpiù a stuzzicare la fantasia dei nostalgici e degli amanti del retrogaming, quando non considerato vera e propria spazzatura.

Il Nintendo 64 da 230mila €

Su un noto sito internazionale di e-commerce, una console degli anni ’90 è comparsa in vendita alla cifra record di 250mila dollari, circa 235mila euro. Il dispositivo in questione è un Nintendo 64 ancora incellophanato nella confezione originale che, manco a dirlo, non è mai stato aperto. In pratica, nessuno ci ha mai giocato. Ma non solo: adesivi e linguette sono perfettamente al loro posto e non sono mai stati compromessi e, racconta l’inserzionista, al suo interno si sente ancora “puzza di 1996“.

Il motivo di questo prezzo stellare è presto detto: non esistono molte di queste console in giro, almeno non ancora all’interno della loro scatola originale ancora perfettamente sigillata. Anche se forse 250mila dollari sono un po’ tanti. Una console Nintendo 64 usata, sul mercato italiano, si trova tranquillamente al prezzo di 75-100 euro, con tanto di cavetteria, controller e a volte anche con qualche cartuccia in regalo. Questo prezzo, se la console è ancora nella sua scatola originale, sale fino a 200-300 euro. E si arriva fino a 5-6mila euro nel caso sia perfettamente sigillata

Negli Stati Uniti, tuttavia, i prezzi sono decisamente più alti perché la versione locale della console all’epoca ebbe un successo incredibile, vendendo quasi 21 milioni di esemplari, dei quali gran parte ha perso per sempre il suo imballaggio originale. Si aggiunga che quella in vendita a 250mila dollari è la primissima edizione messa sul mercato americano, il 26 settembre 1996. Addirittura, alla data di lancio, negli Stati Uniti erano pronti solo due giochi: Pilotwings 64 e il grandissimo Super Mario 64, che la trascinò verso il successo.

Le aste da record per Nintendo

Nel corso di un singolo weekend, sono stati infranti due record di vendita per videogiochi da collezione prodotti da Nintendo. La prima impennata è avvenuta venerdì con la vendita di una copia intatta e quasi unica del primo The Legend of Zelda, che è stata acquistata per circa 740.000 euro. Tuttavia, domenica ha visto un’altra impennata quando una copia praticamente perfetta di Super Mario 64 è stata venduta per una cifra incredibile di 1,31 milioni di euro, quasi raddoppiando il precedente record.

Il primato precedente era stato stabilito da una particolare cartuccia di Super Mario Bros., venduta per poco più di mezzo milione di euro lo scorso aprile. L’asta è stata gestita da Heritage Auctions, e l’incremento esponenziale dei prezzi ha portato la cartuccia di Zelda, una delle prime copie stampate del gioco e unica nel suo genere attualmente sul mercato, a raggiungere cifre senza precedenti.

Questo ha posto una domanda interessante sul futuro delle aste di videogiochi da collezione, speculando se altri giochi di valore simile verranno messi all’asta. L’ultima vendita ha riguardato una copia di Super Mario 64 del 1996 in condizioni quasi perfette, valutata 9.8 A++ Wata, un gioco che ha segnato la storia dei videogame come il primo titolo tridimensionale con protagonista il celebre simbolo di Nintendo. Si chiede ora quando verrà superata la soglia dei due milioni di dollari per un singolo videogioco da collezione.

Le altre console che valgono una piccola fortuna

Altre console vintage come Atari, Commodore, Nintendo e Mega Drive, spesso conservate nelle cantine o soffitte, stanno subendo un’impennata per quanto riguarda il loro valore. Alcuni modelli, come l’APF Imagination Machine del 1979 o il Commodore 64Gs, possono valere migliaia di euro se in buone condizioni e con la scatola originale.

Le console più rare, come l’APF Imagination Machine o il Commodore 64Gs, possono essere vendute online per cifre fino a seimila euro e oltre, mentre le console più conosciute, come l’Atari 2600 o il Nintendo (Nes), hanno prezzi più accessibili, attorno ai 50-100 euro se completi di accessori e giochi.

Console come il Master System e il Mega Drive della Sega, anch’esse pezzi da collezione, possono raggiungere prezzi intorno agli 80-100 euro se vendute con tutti gli accessori e la scatola originale. In generale, la rarità, l’integrità e la completezza delle console vintage influenzano notevolmente il loro valore sul mercato dei collezionisti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti