Il telefono per parlare con chi non c'è più: dove sta in Italia

Capannoli, il luogo magico dove parlare al vento: un'iniziativa unica arriva anche in Italia

11 Gennaio 2024
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Un telefono per non parlare con una persona a noi cara, passata a miglior vita o magari a chi vive lontano, a chi non vediamo da anni. Santo Pietro Belvedere, Capannoli, in provincia di Pisa, è diventato il rifugio di un’iniziativa unica, che permette di condividere pensieri e emozioni con chi non è (più) fisicamente presente: il “Telefono del Vento“. Inaugurato il 21 dicembre 2023, giorno del solstizio d’inverno, questo luogo magico offre un’opportunità unica di trasmettere le nostre parole al vento, ispirandosi a un’emozionante iniziativa giapponese.

L’idea di creare un “Telefono del Vento” è stata portata avanti da Marco Vanni, un fotografo e curioso per natura, che ha scoperto questa affascinante iniziativa in Giappone attraverso il libro di Laura Imai Messina, “Quel che affidiamo al vento”. La cabina, situata su una collina orientata da est a ovest, offre una vista panoramica a 360° sulla Valdera e oltre, regalando un contesto naturale e suggestivo per condividere pensieri e emozioni.

Il progetto mira a creare una rete di “Telefoni del Vento” in altre parti d’Italia, permettendo alle persone di affidare simbolicamente le proprie parole al vento, affinché possano giungere a chiunque, ovunque si trovi. Il desiderio è di promuovere eventi e appuntamenti dedicati alla condivisione e alla meditazione, svolti all’alba o al tramonto, per rendere questo momento ancor più suggestivo e profondo.

La sindaca Arianna Cecchini ha espresso la sua soddisfazione per la scelta del luogo nel cuore della Valdera, sottolineando come questo permetta di fermarsi e godere di un paesaggio incontaminato, immersi solo nel rumore del vento e nelle proprie emozioni. Un luogo magico in cui, se possibile, si può trovare la pace interiore e fare ammenda con se stessi.

Il “Telefono del Vento” a Capannoli diventa così un ponte tra il tangibile e l’invisibile, un’opportunità unica di esprimere ciò che il cuore desidera, consegnando le proprie parole al vento affinché possano raggiungere chiunque abbia bisogno di ascoltarle, oltre le barriere del tempo e dello spazio.

Capannoli, piccolo centro abitato, si trova nella Valdera, una zona caratterizzata da paesaggi collinari e ricca di storia. Alcuni elementi che caratterizzano Capannoli includono la sua posizione geografica nel cuore della Toscana, la sua storia antica, la presenza di edifici storici e monumenti, nonché iniziative culturali e progetti locali che riflettono l’impegno della comunità verso la condivisione e la connessione umana.  L’atmosfera suggestiva della collina orientata da est a ovest, con vista sulla Valdera, contribuisce al fascino naturale del luogo. In generale, Capannoli sembra essere un luogo che valorizza la sua storia, la bellezza naturale e l’innovazione sociale, creando un ambiente che incoraggia la connessione e la partecipazione della comunità.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti