Isis: ecco la severa punizione per chi indossa la maglia del Milan

L'estremismo islamico colpisce ancora e questa volta ha nel mirino il mondo del calcio

L’estremismo islamico colpisce ancora e questa volta ha nel mirino il mondo del calcio.

Nella provincia di Al Furat in Iraq la polizia religiosa ha stilato una lista di magliette proibite, che include soprattutto quelle prodotte dai colossi dell’abbigliamento sportivo Nike e Adidas.

Secondo quanto riporta il “Daily Mirror”, tra le maglie vietate dall’Isis figurano quelle di diversi club europei. Nella Serie A italiana il veto ha colpito il Milan, mentre in Premier League ci sono le maglie di Manchester United, Manchester City, Chelsea, West Bromwich e Sunderland.

Super vietate quelle delle grandi di Spagna, Barcellona e Real Madrid, così come quelle delle nazionali di Inghilterra, Francia e Germania.

Secondo i dati rilevati dall’osservatorio sulla Jihad e la minaccia terroristica (Jttm), chi dovesse violare la legge anti-magliette rischia fino a ottanta frustate sulla pubblica piazza.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti