La Società Segreta dei Principi Minori: "Siate voi stessi"

Arriva sulla piattaforma Disney+ il 25 settembre il nuovo film originale 'La Società Segreta dei Principi Minori'. La nostra intervista al cast.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Arriverà il 25 settembre su Disney+ La Società Segreta dei Principi Minori, il nuovo film originale Disney diretto da Anna Mastro con protagonista Payton Elizabeth Lee, già nota ai fan della Disney per il ruolo di Andi Mack nell’omonima serie televisiva.

Il film, tuttavia, non si concentra esclusivamente sulla storia della protagonista. Al contrario, sottolinea tutta la forza e l’ineluttabilità del lavoro di squadra e quanto sia necessario imparare a stare insieme. Oltre a Payton Elizabeth Lee nel ruolo di Sam, nel film troviamo infatti Olivia Deeble (Roxana), Isabella Blake-Thomas (January), Niles Fitch (Tuma) e Faly Rakotohavana (Matteo).

Il cast di giovanissimi attori veste i panni di secondogeniti – Principi Minori, come spiega giustamente il titolo – perché in una famiglia reale, se al primogenito spetta il trono, a chi nasce successivamente resta spesso una vita all’ombra dei fratelli maggiori.

Non in questo caso, però: ne La Società Segreta dei Principi Minori si scoprirà presto che i ‘secondi nati’ sviluppano un super potere perché destinati ad entrare in un segretissimo circolo di protettori di tutti i reami del mondo. Al contrario di qualsiasi pellicola sui supereroi o dei classici film sulle Principesse Disney, tuttavia, la nuova pellicola Disney non ruota intorno a personaggi completamente perfetti.

“Voglio che il pubblico si diverta guardando questo film – dice la regista Anna Mastro in conferenza – e che capisca quanto sia importante l’amicizia. Essere se stessi è importante. Ciò che ti rende diverso o che ti fa sentire inadatto è ciò che in realtà ti rende unico e speciale. Se riesci ad accettare questa semplice lezione e a lavorarci sopra, capirai qual è il tuo posto”.

“I superpoteri di questi personaggi sono simbolici – aggiunge Payton Elizabeth Lee – rappresentano ciò che rende ognuno di noi unico. Ciò che ti rende unico ti rende speciale e importante”. Insomma, “accettare i propri difetti è importante” – come sottolinea Isabella Blake-Thomas – ed è un messaggio molto ‘caro’ da ‘consegnare’ soprattutto alle generazioni più giovani. È per questo che La Società dei Principi Minori, pur parlando di principi e principesse, non ha nulla a che vedere con le meravigliose storie a cui i classici Disney ci hanno abituato.

“Volevo realizzare qualcosa che fosse unico e molto reale e moderno. – racconta Anna Mastro – In cui la gente potesse riconoscersi. Siamo tutti cresciuti guardando i film Disney sulle principesse, ma non vivremo mai in un mondo così, in un palazzo così. Abbiamo creato un mondo in questo film che non esiste ma che nella realtà potrebbe essere credibile. E i superpoteri sono semplicemente qualcosa che rappresenta la sensazione di sentirsi diversi. Capire che quella forza ti può aiutare a trovare il tuo posto nel mondo è un messaggio universale”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti