‘Leonardo’ e quel bacio che infiamma i social: la verità

Martedì 23 marzo sono andati in onda i primi due episodi della serie ‘Leonardo’: a far parlare social è soprattutto il bacio del genio. Le reazioni.

24 Marzo 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Foto di Angelo Turetta da Ufficio Stampa Rai

Sono stati 6 milioni 950 mila (share al 28,2%) gli italiani che martedì 23 marzo hanno seguito in anteprima mondiale su Rai1 i primi due episodi della serie evento ‘Leonardo’. La storia, che ripercorre la vita del genio vinciano, ha inizio nella prigione del podestà di Milano e si muove tra la città meneghina e Firenze, dove il grande artista fece i primi passi all’interno della bottega del Verrocchio.

L’infanzia e il rapporto con il padre, l’incontro con Caterina da Cremona (Matilda De Angelis), le ossessioni e i primi tormenti ma anche i primi successi sono al centro della prima puntata. Ma a colpire il popolo del web è stata un’altra scena. Dopo la presentazione ufficiale de ‘Il battesimo di Cristo’ realizzato a quattro mano con il maestro, Leonardo incontra quello che si rivelerà essere un prostituto.

Il bacio appassionato fra Jacopo e Leonardo ha, infatti, conquistato i social non solo per la passione della scena ma anche per la scelta della Rai. “Bacio gay in prima serata su Rai: il vento sta cambiando” è uno dei tweet più condivisi durante la messa in onda della serie. Il precedente è presto detto: la stessa rete, infatti, non aveva fatto altrettanto per altri titoli censurando, per esempio, sequenze analoghe in film come ‘Brokeback Mountain’.

La decisione, dunque, di non effettuare tagli ha positivamente colpito la platea che ha anche ironizzato sui boomer sconvolti. In realtà, come gli stessi creatori Frank Spotnitz e Steve Thompson hanno specificato, sono molti i documenti che ci raccontano dell’omosessualità di Leonardo che fu effettivamente arrestato per sodomia nel 1476 a seguito di una denuncia anonima.

“In base alla fonti a cui abbiamo attinto – ha raccontato il protagonista Aidan Turner durante la conferenza stampa – l’omosessualità di Leonardo appare in modo chiaro e non mostrarla sarebbe stato strano. Al di là dell’intento drammatico, non c’era motivo di non mostrare questo aspetto. Sarebbe sembrato innaturale”. Siete d’accordo?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti