1, 0, 0, 0, 0, 0, 0 trend

L'uomo più intelligente del mondo ha il QI più alto di Einstein

Eppure anche lui ha preso qualche brutto voto a scuola

22 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

È l’uomo più intelligente del mondo, si chiama Terence Tao, per tutti Terry, ha 46 anni e un QI di 230. Per intenderci, Albert Einstein, che non era propriamente un asino, arrivava a 160. Terence è professore a Ucla e la sua storia parla da sola: a 2 anni leggeva da solo, a 5 insegnava ai bambini, a 7 era al liceo, a 9 frequentava corsi di matematica avanzata.

Intervistato dal Corriere.it Terence Tao commenta così il suo essere considerato l’uomo più intelligente del mondo: “Le definizioni assolute sono pericolose e io sono un matematico che si diverte con il suo lavoro. Nel nostro mondo non facciamo confronti, non c’è motivo”.

Terry giocava con i numeri già a 2-3 anni quando li disegnava sulle finestre con il sapone liquido. Oggi dice di avere una vita normale malgrado il suo altissimo QI: “[…] Il lavoro, la moglie e due figli da seguire. Gli hobby? Sono un patito di giochi da computer, anche se li ho accantonati”.

Ma c’è qualcosa che quest’uomo non sa fare? “La fisica è dura… Poi non so cantare e nemmeno recitare: pensate che trovo complicato leggere un discorso che mi è stato preparato”. E in più anche lui a scuola ha preso qualche brutto voto: “Ho fallito un paio di esami” fa sapere.

E chissà che grazie a lui i ragazzi non imparino ad apprezzare la matematica, che come noto non è esattamente la disciplina più amata dagli studenti. Il motivo di così tanto astio? “Perché la vedono come qualcosa di magico” osserva Terence Tao. “E se non segui il suo linguaggio, ti capita qualcosa di brutto. Bisogna cambiare approccio, provare, sperimentare: la matematica non è da temere”.

Sarà pure così, ma noi comuni mortali non abbiamo il quoziente d’intelligenza di Terry e forse per noi la matematica resterà sempre un acerrimo nemico da combattere a suon di ripetizioni.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti