Il mistero dei vortici ai confini dell'Universo

Gli studiosi hanno scoperto dei vortici ai confini dell'Universo legati a delle galassie, che potrebbero svelare molti misteri

Giganteschi vortici che si estendono nello spazio e che hanno affascinato da subito gli studiosi. Si tratta in realtà di due galassie nate da poco e situate ai confini dell’Universo, a 13 miliardi di anni luce dalla Terra. Il fenomeno è stato individuato grazie all’osservatorio Alma, dove un gruppo internazionale di astronomi ha misurato per la prima volta il comportamento di galassie così lontane. Secondo i primi dati raccolti il gas si muove nel centro delle galassie, dando vita a dei vortici. Per gli studiosi osservare il comportamento di questi corpi celesti così lontani da noi è fondamentale per capire come era l’Universo primordiale, ma soprattutto come le galassie si sono formate e sono cambiate nel corso del tempo.

Da tempo ormai gli astronomi, per comprendere i segreti del passato dell’Universo, studiano oggetti lontani. Il motivo è molto semplice. Come ben sappiamo la luce viaggia ad una velocità finita, quindi maggiore è la distanza che ci separa da qualcosa, maggiore sarà il tempo di cui avrà bisogno la luce per coprirla. Ciò significa che quando riceviamo delle immagini che riguardano delle galassie molto lontane, queste si riferiscono già al passato.

Tramite la sofisticata strumentazione dell’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (Alma) che si trova nel deserto di Atacama in Cile, gli studiosi hanno scoperto che le immagini delle galassie si riferiscono ad un’epoca in cui l’Universo aveva circa 800 milioni di anni. Gli astronomi guidati da Renske Smit, dell’Università di Cambridge, hanno scoperto che queste galassie si comportano in modo particolare, generando stelle ad un alto ritmo.

Per quanto riguarda i vortici invece il gas ruota nel centro galattico, creando una sorta di buco. La struttura, a quanto pare, è molto più ordinata di quanto si aspettassero gli studiosi e presenta ancora molti misteri, soprattutto perché è particolarmente simile a quella della Via Lattea o della Grande Galassia di Andromeda.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti