Otto cose da non fare in un negozio Ikea secondo i dipendenti

Adorate Ikea per lo stile dei mobili e il cibo? Attenzione, però, a non commettere questi errori: il consiglio dei dipendenti

2 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ikea ha sedi in tutto il mondo che ne attestano l’enorme successo grazie al connubio tra mobili dallo stile accattivante, prezzi contenuti e cibo in-store irresistibile, eppure non è tutto rose e fiori secondo alcune dichiarazioni che i dipendenti del colosso svedese hanno rilasciato a Insider.com.

Ecco cosa è altamente sconsigliato stando all’esperienza maturata da chi conoscer Ikea meglio delle proprie tasche.

La prima delle 8 cose da non fare è quella di mangiare e bere nelle aree espositive al fine di non lasciare tracce di dita unte o macchie dappertutto per la poca accortezza dei clienti. D’altronde Ikea offre una food court ampia e fornitissima dove sedersi comodamente per evitare di vagabondare tra i reparti con del cibo in mano (a proposito, sai come sono fatte le polpettine di Ikea? Ecco la ricetta).

Va da sé che è buona educazione non lasciare involucri di cibo o altra spazzatura sui mobili piuttosto che tenersi tutto in tasca: è una grave mancanza di rispetto per chi ci lavora, poiché il personale sarà costretto a ripulire tutto.

Sempre per evitare di sporcare l’arredamento e gli accessori esposti, bisogna tenere d’occhio i figli invece di lasciarli correre con la merenda in mano… Anzi, è ancor meglio lasciarli divertire direttamente nell’area giochi riservata ai più piccoli, non trovate?

Stando a quanto raccontato da alcuni impiegati Ikea, diversi clienti tentano di convincerli ad utilizzare gli sconti riservati al personale per i propri acquisti: i dipendenti non possono farlo, ma saranno lieti di aiutarvi in altri modi evitando imbarazzi e scongiurando il pericolo di essere licenziati per qualcosa di illegale.

È inoltre malvisto approfittare biecamente dei letti Ikea per riposarsi e rilassarsi mentre gli altri clienti passeggiano tra i reparti. Come se non bastasse, un dipendente ha raccontato un aneddoto raccapricciante: “Una volta abbiamo effettivamente scoperto che qualcuno aveva usato una toilette da esposizione per i propri bisogni e ci sono state scoperte interessanti anche nei letti”.

Sedersi su letti, sedie e divani per provarli va benissimo, ma mettersi sotto le coperte o appoggiare i piedi sui mobili non va affatto bene.

A chi viene da Ikea, poi, si raccomanda pazienza verso il personale che per quasi tutte le 8 ore di turno è costretto a stare in piedi: se vedete uno dello staff camminare verso di voi invece che correre prontamente a darvi una mano, provate solo per un attimo a mettervi nei suoi panni!

Infine si raccomanda ai clienti di rispettare il posto degli oggetti: è bene cioè evitare di rimettere al posto sbagliato i complementi d’arredamento, ma soprattutto i pezzi presenti in magazzino. Altre persone potrebbero cadere in errore acquistando componenti sbagliate e lo staff impazzirebbe per rimettere tutto al proprio posto rispettando reparti e scompartimenti originali.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti