Per la prima volta qualcosa è uscito da un buco nero

Anche gli scienziati sono rimasti a bocca aperta in seguito a questa nuova scoperta

14 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Non ci si può fidare più nemmeno dei buchi neri. Ogni certezza viene a crollare in questa vita così arida di felicità e punti fermi. Se finora eravamo sicuri di qualcosa, quel qualcosa era il fatto che i buchi neri risucchiassero le cose, non che le sputassero fuori. E invece l’universo ha deciso di stupirci ancora una volta, riservandoci una sorpresa non da poco che ha ribaltato le nostre certezze.

Come riporta il sito Esquire.com, la NASA ha registrato qualcosa di assolutamente straordinario che ha lasciato persino gli scienziati di tutto il mondo a bocca aperta: un buco nero ha sputato fuori qualcosa. Questo burlone risponde al nome di Markarian 335, ed è un buco nero supermassiccio che si trova a 324 milioni di anni luce da noi, nella costellazione di Pegaso.

Ultimamente grazie al Nuclear Spectroscopic Telescope Array è stato visto che la corona di plasma che circonda questo oggetto è stata “spinta” lontano da esso. Di conseguenza, come scrive la fonte, il buco nero ha vomitato un grosso impulso di energia a raggi X.

“Questa è la prima volta che siamo stati in grado di collegare il lancio della corona a un brillamento. Questo ci aiuterà a comprendere come i buchi neri supermassicci alimentano alcuni degli oggetti più luminosi del cosmo” ha fatto sapere Dan Wilkins, della Saint Mary’s University.

Per ora restano ancora misteriosi sia la fonte energetica che la natura di questo evento, ma in fondo non c’è da stupirsi dal momento che misteriosa è anche la maggior parte dell’essenza dei buchi neri. Si tratta infatti di oggetti straordinariamente complessi ed enigmatici che non fanno altro che ricordarci quanto poco sappiamo ancora dell’universo. Quel che è certo è che continueremo a dover mettere continuamente in discussione tutto quel che sappiamo, o meglio che pensiamo di sapere, per farci sorprendere dai misteri più grandi di noi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti