Perchè febbraio si chiamà così?Scopri le origini dei nomi mensili

Febbraio ha origini romane: nell'antica Roma inizialmente il calendario prevedeva 10 mesi e solo col tempo fu esteso a 12 da Numa Pompilio

Fonte: Pixabay

I 12 mesi che compongono l’anno solare sono le unità di misura che ci permettono di orientarci nelle attività quotidiane e di base della nostra vita; grazie ad essi possiamo organizzare il nostro tempo e impegnarci con anticipo prendendo nota di tutto quello che ci serve. Tra di essi abbiamo febbraio, mese riconosciuto soprattutto per la sua peculiarità più evidente: esso, infatti, è bisestile ogni 4 anni ed è il mese che ha meno giorni di tutti, 28 o 29. Ma qual è l’origine di tale mese? E soprattutto perché febbraio si chiama così?

Il calendario romano

Come spesso accade molte delle cose che conosciamo o che solitamente nominiamo hanno origini remote, riconducibili solitamente a una base greco-romana: per quanto riguarda febbraio possiamo similmente riconoscere delle origini che ci riportano all’antica Roma e al suo florido regno.

Inizialmente il calendario latino non aveva tutti i mesi che costituiscono il calendario odierno. Essi infatti erano originariamente 10: l’anno iniziava con Martius, dal dio Marte protettore degli antichi romani e che solo in seguito diventerà dio della guerra; poi proseguiva con altri mesi il cui nome derivava da divinità diverse (Aprilis, Majus e Junius) i quali erano a loro volta seguiti da mesi legati invece all’ordinale con cui si identificavano (Quintilis, Sextilis, September, October e December).

Numa Pompilio e l’introduzione di febbraio

Fu il secondo re di Roma, Numa Pompilio, a introdurre altri due mesi per riequilibrare il calendario allora in uso con il flusso delle stagioni unanimemente riconosciuto: ecco allora Januarius da Januae che fa riferimento alle porte, in quanto gennaio è la porta dell’anno, l’ingresso. E poi arriviamo finalmente a febbraio: esso deriva da februare, ossia purificare, poiché esso è il mese delle purificazioni e probabilmente creato in nome di Febronia, dea considerata protettrici delle febbri.

Ogni due anni inoltre veniva inserito il mese di Mercedonius (costituito da 22 o 23 giorni) che era il mese dei pagamenti e ad esso deve il suo nome in quanto merces significa appunto pagamento: essenzialmente questo mese veniva aggiunto agli altri in quanto parliamo di un calendario lunare e tale operazione era necessaria per mantenersi in pari con l’anno solare.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti