0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Quando ti siedi, non accavallare le gambe: il motivo di salute

Il gesto sexy reso iconico da Sharon Stone è in realtà molto dannoso: ecco cosa rischiamo stando seduti con le gambe accavallate

11 Aprile 2022

Sharon Stone ha fatto sognare tutti con la scena cult di “Basic Instinct”: quei pochi secondi di vedo-non vedo quando accavalla le gambe e poi le scavalla sono entrati a pieno titolo tra le immagini più indimenticabili del cinema (e ancora oggi, alla soglia dei 65 anni molte ventenni invidiano all’attrice fisico e carisma, ecco le foto in costume).

Ma quanto ci fa bene stare seduti accavallando o incrociando le gambe? La risposta è che rischiamo moltissimo a causa della pressione che questa posizione esercita sulle nostre vene. Stare seduti in questo modo è certamente più appannaggio delle donne che già sono portate a soffrire di vene varicose, ritenzione idrica (ecco un rimedio fai da te contro la cellulite) e problemi circolatori alle gambe molto più degli uomini.

La debolezza capillare va contrastata in tutti i modi possibili e certamente una vita sedentaria – come quella che conduce la maggior parte di noi – non è amica della nostra salute (ecco cosa succede a stare in piedi due minuti ogni ora).

Generalmente iniziamo a preoccuparci quando vediamo le vene delle gambe diventare bluastre o violacee ma spesso le avvisaglie che dovremmo prenderci più cura di esse sono precedenti a questi sintomi così evidenti.

Perché, nello specifico, avere le gambe incrociate o accavallate a lungo ci fa male? Dietro al ginocchio, proprio tra polpaccio e quadricipite, passa la vena poplitea, fondamentale per trasportare il sangue dalle gambe al cuore: è uno dei vasi che i medici chiamano “vena profonda” perché è molto al di sotto della pelle.

In alcuni casi si può formare un coagulo all’interno della vena poplitea, causando dolore, gonfiore e arrossamento nella zona delle gambe e del ginocchio. La condizione, nota come trombosi venosa poplitea, può verificarsi a causa di uno scarso flusso sanguigno, di un danno a un vaso sanguigno o di una lesione esterna.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti