Sai cos'è la carne marmorizzata? Ecco perché è la migliore

La carne di bovino giapponese è preceduta dalla sua fama: sapore eccezionale, proprietà fuori dal comune, viene da bovini trattati in modo speciale

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Avete mai sentito parlare della carne Wagyu? Certamente non si trova al supermercato e se doveste trovarla in menù al ristorante, sarebbe sicuramente accanto ad un prezzo non proprio economico: si tratta infatti di una carne giapponese di altissima qualità, considerata la carne “più buona del mondo”.

La Wagyu è anche nota per essere la carne “marmorizzata”: l’aspetto della fettina da cruda è infatti venata da una fitta trama di striscettine di grasso, che conferiscono a questo particolare taglio di carne di bue una dolcezza e una morbidezza senza uguali.

Il sapore della carne Wagyu, a detta di chi la ha assaggiata, è veramente inconfondibile: si tratterebbe di un gusto delicato e fruttato, con sentori di cocco e di pesca. Tutto questo si deve allo speciale trattamento riservato ai buoi da cui è tratta questa carne.

I bovini Wagyu vengono allevati in Giappone con metodi particolari: si dice addirittura, ma non sappiamo fino a che punto il racconto sia contaminato dalla leggenda, che questi buoi siano massaggiati tutto il giorno, nutriti a birra e che ascoltino musica classica.

Il dato di fatto è che la carne dei bovini giapponesi è decisamente eccezionale, anche per via del rapporto fra grassi insaturi e saturi che la contraddistingue: nella carne Wagyu gli insaturi prevalgono, regalandole un sapore delicatissimo e anche una maggiore salubrità e digeribilità. Nella carne giapponese, che viene venduta anche a 1.000 euro al kilo, sono presenti anche aminoacidi bruciagrassi come l’alanina e la treonina, che contribuiscono alle caratteristiche fuori dal comune di questi tagli.

Non sappiamo se veramente i giapponesi allevino a massaggi e birra i loro bovini, per quanto è noto il grande amore e rispetto che provano verso questi animali, ma di certo la coltivazione della carne Wagyu è protetta e certificata, anche perchè non così abbondante: ogni animale ha la sua carta d’identità e il suo pedigree, con tanto di impronta digitale del naso.

La prossima volta che vi troverete di fronte ad una carne del genere, saprete perchè il prezzo richiesto per mangiarla è così alto!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti