Salvo Sottile: "La notte racconta storie con un'umanità diversa"

Nella nuova stagione Rai, il giornalista Salvo Sottile torna ala guida del programma mattutino Mi manda Raitre e racconta la notte Prima dell’alba.

È ancora doppietta per Salvo Sottile, che nella stagione autunnale Rai torna sul piccolo schermo con due programmi sul terzo canale. La sveglia della mattina suona alle 10:00 con Mi manda Raitre, titolo storico ella rete che mette al centro i consumatori come “sportello” che tutela di diritti dei cittadini.

“È un programma di servizio pubblico e risponde da sempre a questa mission – ci spiega il conduttore – ovvero quella di aiutare la gente che non ha voce. Mi manda Raitre prova a dare alle persone una soluzione, una risposta, ma soprattutto offre un microfono per raccontare quello di cui hanno bisogno”.

E se il mattino “ha l’oro in bocca”, per Sottile la giornata –anzi la nottata – è molto lunga. Oltre all’appuntamento mattutino, infatti, in seconda serata si rinnova il viaggio Prima dell’alba, un percorso per svelare i lati meno conosciuti e i profili che popolano l’Italia dopo il tramonto.

“Riprendiamo in autunno, è un programma difficile perché la notte è davvero notte e l’alba è davvero alba: la devi girare. Giriamo tre notti a settimana – ci spiega il giornalista – facendo anche la diretta di Mi manda Raitre. Penso sia un programma che batte un territorio poco percorso in generale da tutta la tv. La notte è un po’ vituperata, è vista come un nemico di cui avere paura; in realtà, girandola, scopri anche belle storie con un’umanità diversa. Fatta di persone che hanno solo bisogno di essere ascoltate”.

E da qualche settimana è in libreria Notte fonda (Rai Eri), “una costola di Prima dell’alba“, lo definisce Sottile che aggiunge: “Mi piaceva l’idea di poter raccontare la notte con una storia romanzata che trae ispirazione dalla tv ma anche da tanti altri temi, come la ludopatia, la violenza sulle donne e il disagio. Della notte sappiamo poco, secondo me, e questo libro aiuta maggiore consapevolezza di quello che abbiamo intorno”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti