Sanremo 2020, le prime novità: una serata cover "inedita"

Come anticipato da Amadeus, direttore artistico e conduttore, la serata cover/duetti del suo Sanremo sarà particolare: ecco perchè

Arrivano direttamente dalla bocca di Amadeus, ospite nel salotto di Mara Venier a Domenica In, le prime indiscrezioni sui meccanismi del Sanremo 2020, 70sima edizione, di cui il conduttore siciliano sarà volto e direttore artistico.

E’ prestissimo per parlare di anticipazioni, ma Amadeus ha descritto alcuni dei meccanismi che porteranno alla vittoria la canzone più bella fra le venti presentate sul palco dell’Ariston. Saranno infatti 20 i big in gara ed avranno a disposizione un’ “arma” in più per convincere giuria e pubblico.

Durante la terza serata  (prevista per giovedì 6 febbraio 2020) andrà in onda l’ormai classico appuntamento con le cover, dove i cantanti in gara si esibiscono con un brano non proprio: quest’anno dovranno scegliere un brano che è stato cantato per la prima volta a Sanremo e potranno interpretarlo con uno o più ospiti, incluso il cantante originale.

Un modo per omaggiare Sanremo e la sua storia, che resta sulla falsa riga della serata cover-duetto: la vera novità è che anche quella sera sarà attivo il televoto e i voti andranno a sommarsi nella graduatoria finale.

Quest’anno dunque i cantanti in gara non verranno giudicati solo per il brano inedito ma anche per lo spettacolo che riusciranno a mettere su con un brano storico di Sanremo: è lecito aspettarsi grandi duetti con nomi che hanno fatto la storia della musica italiana.

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti