Sapevate che anche gli animali hanno i loro santi?

Per quasi tutte le specie di animali, selvatiche o domestiche, esiste un santo protettore: ecco quali sono

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori? Sicuramente popolo che ai santi è generalmente molto devoto, anche perchè ne esiste uno per ogni occasione e per ogni giorno dell’anno. In molte regioni d’Italia l’onomastico, il giorno in cui viene festeggiato il santo che porta il proprio nome, è importante quasi più del compleanno.

Non stupisce quindi che anche i nostri amici animali abbiano dei santi che li proteggono: vediamo quali.

Il più importante e conosciuto è senza dubbio San Francesco, patrono d’Italia: viene festeggiato il 4 ottobre e l’iconografia classica lo rappresenta sempre insieme a qualche animale, con i quali si racconta che riuscisse a parlare. San Francesco è il protettore di tutti gli animali e la storia che più lo rappresenta è quella in cui riuscì a convincere un lupo affamato (sai perchè si dice in bocca al lupo?) a non attaccare gli esseri umani.

Molto celebre anche Sant’Antonio Abate, che si festeggia il 17 gennaio, giorno in cui ancora oggi molte parrocchie benedicono gli animali da cortile: San’Antonio Abate è infatti protettore degli animali domestici ed è spesso raffigurato con un maiale in braccio (che lo distingue dall’altro Sant’Antonio, quello da Padova, che è sempre ritratto con un giglio e che è invece protettore del matrimonio e della procreazione).

Ma non finisce qui: Sant’Ambrogio e San Bernardo da Chiaravalle sono i protettori delle api, San Giobbe dei bachi da seta, San Cornelio dei bovini, dei cani San Vito e San Rocco, delle galline San Gallo, dei gatti  Santa Gertrude di Nivelles. I cavalli hanno diversi protettori:  San Marcello, San Martino di Tours, San Giorgio, Sant’Eligio, Sant’ Alor di Quimper.

E ancora: San Gerardo Maiella protegge i muli, San Martino di Tours oltre ai cavalli è anche il protettore delle oche, San Biagio protegge gli uccelli. Nello specifico, le colombe sono appannaggio dell’omonima Santa Colomba, mentre Santa Brigida d’Irlanda e Santa Farailde di Gand si contendono la protezione degli animali da cortile con Sant’Antonio Abate.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti