Se dormi male è perché sbagli pigiama

Con l'arrivo della stagione fredda, ecco qual è il miglior pigiama da indossare per dormire sonni tranquilli

La notte dovrebbe essere dedicata al sonno ristoratore, che dovrebbe permetterci di affrontare le giornate con smalto e grinta: usiamo però il condizionale perchè molte persone soffrono invece di sonni disturbati o veri e propri disturbi del riposo, che possono sfociare nella ben più grave insonnia.

Prima di rivolgersi al medico (perchè l’insonnia è una vera e propria patologia), si possono però mettere in atto alcuni accorgimenti per garantirsi un buon riposo (questo il metodo militare che vi farà addormentare in pochi minuti). Ad esempio, che pigiama indossate?

Con l’arrivo della stagione fredda vi consigliamo di indossare un pigiama di lana (mentre d’estate i tessuti preferibili sono altri): anche secondo uno studio australiano del 2018 la lana è il materiale migliore per mantenere il “comfort termico”, soprattutto per le persone più avanti con l’età. L’esperimento condotto su 57 soggetti, infatti, ha dimostrato che chi dormiva con pigiami di lana impiegava (rispetto a chi indossava cotone o poliestere) meno tempo ad addormentarsi ed aveva sonni più profondi.

Non disperdendo il calore del corpo, la lana ci fa sentire caldi e coccolati: via libera quindi ai pigiami di lana e pazienza se non sono esattamente sexy!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti