Tiro al piattello da guinness a 67 anni: la storia di Alberto

Bonaldo ha conquistato il risultato valido per il Guinness World Record nel tiro al piattello per il maggior numero di piattelli colpiti in 8 ore

23 Agosto 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

Non è mai troppo tardi per stabilire un record. Anche mondiale. Soprattutto se di mezzo c’è la propria passione più grande. Ce lo insegna la storia di Alberto Bonaldo. Il tiratore ha conquistato il risultato valido per il Guinness World Record nel tiro al piattello per il maggior numero di piattelli colpiti in 8 ore, specialità Double Trap, come riporta Padovaoggi.it.

Ma chi è Alberto Bonaldo? Stiamo parlando di un uomo di 67 anni, originario di Galliera Veneta ma residente a Rossano Veneto, che ha sparato in media circa 400 colpi all’ora, nella sezione di tiro a volo di Montebello Vicentino. Il sogno di partecipare al Guinness World Records è nato da una grande passione per la caccia e per il tiro al volo nel 2018. E così l’uomo ha deciso di mettersi alla prova e tentare di realizzare questo desiderio che covava dentro di sé.

Bonaldo ha raggiunto e superato il limite che era stato imposto dalla Guinness World Records per il riconoscimento del primato, ovvero almeno 1800 piattelli colpiti nelle 8 ore richieste. Al fischio di conclusione della prova i piattelli colpiti sono stati complessivamente ben 2052. Il record dunque è stato ampiamente battuto.

La storia di Alberto Bonaldo dimostra che qualche volta nella vita bisogna buttarsi e non avere paura di mettersi alla prova. E anche quando si pensa che sia troppo tardi per inseguire un sogno, in realtà stiamo solo cercando una scusa per non uscire dalla nostra comfort zone. Qualche volta mettere il naso fuori dal recinto può essere un’esperienza così stupefacente da valere addirittura un Guinness World Record.

E allora perché non provare a inseguire i propri sogni? Magari non stabiliremo tutti un record come Bonaldo, ma almeno potremo dire di aver provato. Il che è sempre meglio del rimanere fermi nel proprio orticello a sognare qualcosa che non accadrà mai.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti