Usiamo troppo lo smartphone (anche in bagno): lo studio

L'ennesima prova che dallo smartphone non riusciamo mai, ma proprio mai, a separarci

18 Ottobre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Lo smartphone è ormai diventato la nostra ombra. Non riusciamo mai a separarcene, stiamo sempre con gli occhi rivolti verso lo schermo, e a stento ci guardiamo negli occhi. Questa dipendenza da cellulare vale anche quando andiamo in bagno. Lo conferma un’indagine condotta dal brand di telefonia franco-cinese Wiko all’interno della propria Instagram community.

Il 75% degli intervistati dichiara infatti di portare sempre con sé il proprio smartphone quando va in bagno. Un tempo alla toilette ci si portava la radio, le parole crociate, i fumetti o le riviste di gossip e di cucina (chiedete ai vostri genitori) oggni invece si ricorre a uno strumento che riesce a offrire tutto questo e anche di più: il telefonino appunto.

La maggior parte delle persone lo utilizza per monitorare i social e le breaking news (69%), ma c’è anche chi preferisce ascoltare musica (31%). Tra le daily practice più ricorrenti, per il 70% degli utenti coinvolti, c’è fare la spesa online.

Qualcun altro invece approfitta della privacy delle quattro mura per dare una scrollata al feed delle chat d’incontri (30%). Dal bagno con lo smartphone si può fare (quasi) tutto, complici i display sempre più grandi come quelli da 6,8” in formato 20.5:9 della Power U Collection di Wiko.

C’è però un’eccezione che mette d’accordo oltre la metà del campione: il lavoro. L’80% infatti non ha l’abitudine di farlo da qui. Tuttavia, il 59% dei rispondenti confessa di aver consolidato la propria professional activity da toilette: la risposta alle e-mail importanti. Si sa, ci vuole concentrazione. Il 41%, invece, dichiara di avere proprio qui le idee più geniali: ora sappiamo dove organizzare il prossimo brainstorming per farci venire il lampo di genio.

E no, anche se ve lo state chiedendo precisiamo subito: al 79% dei rispondenti non è mai capitato che lo smartphone cadesse accidentalmente nella tazza. In ogni caso, prestarci attenzione è sempre una buona idea.

Foto: Ufficio stampa Wiko

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti