Vinile mania, 5 cose che hanno i giradischi di oggi rispetto a quelli di ieri

I giradischi di oggi sono dotati di alcune innovazioni tecnologiche rispetto ai giradischi di qualche decennio fa, benchè il fascino di questi sistemi audio rimanga lo stesso

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: flickr

Sembra che da qualche tempo sia rinata la vinile mania ; fino a poco tempo fa invece erano solo gli appassionati più sfegatati a conservare come reliquie sia i vinili che gli antichi giradischi per ascoltarli. Tanto è vera quest’affermazione, che molti artisti producono la loro musica non solo sui classici supporti come CD, o la distribuiscono sui siti di streaming come Spotify, ma riversano le loro opere anche sui dischi in vinile. Il punto centrale è che i giradischi riescono a riprodurre un suono meno pulito rispetto ai moderni impianti stereo, tuttavia regalano emozioni con le quali nessuna avanzata tecnologia potrà mai competere.

Nonostante l’aura di altri tempi che lo circonda, anche il nostro caro vecchio giradischi ha subito delle evoluzioni nel corso degli anni. Partiamo dall’aspetto più evidente, le dimensioni: forse qualcuno ricorderà i vecchi giradischi dei nostri nonni, montati su un’enorme radio larga quasi 80 cm, profonda tra i 40 e i 50 cm e alta 40 cm circa. Bene, dimenticate questa specie di frigorifero, i giradischi di oggi hanno dimensioni ben più compatte, di conseguenza il peso è notevolmente inferiore se paragonato ai vecchi modelli.

Viste le esigenze audio delle nuove generazioni, alcuni giradischi integrano un lettore CD e in taluni casi sono attrezzati per leggere il formato audio digitale in MP3 , così da avere a disposizione un lettore centralizzato per tutti i supporti. Insieme al fascino del prodotto artigianale c’è la praticità e la versatilità dei sistemi di riproduzione audio più avanzati. La funzionalità più intrigante di oggi è quella di convertire le tracce audio registrate sul vinile direttamente in un formato audio, come wawe o MP3, su un supporto digitale come una pennetta USB oppure una micro scheda SD.

Difatti, come un moderno computer, i giradischi di oggi possono avere delle uscite USB, tramite le quali collegare la chiavetta su cui riversare le tracce convertite o semplicemente ascoltarne le canzoni contenute. Alcuni giradischi hanno anche lo schermo a LED e dispongono di un telecomando per il controllo a distanza. Per le caratteristiche elencate sopra i giradischi di oggi sono distribuiti con un software da installare sul proprio personal computer per consentire la conversione delle canzoni. Altra caratteristica interessante è data dalla possibilità di riprodurre brani registrati su supporti come le cassette audio o ascoltare tramite l’uscita AUX i brani riprodotti su walkman e lettori CD.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti