19 curiosità, aneddoti e stranezze sulle Olimpiadi

Curiosità sulle Olimpiadi. Tutto quello che c'è di più strano da sapere sui giochi che non tutti conoscono: dalla paura di Muhammad Ali allo stato con l'inno nazionale più breve

Fonte: flickr.com

Sapete queste 19 curiosità sulle Olimpiadi? Innanzitutto c’è da dire che la medaglia d’oro in realtà è fatta d’argento ed è solamente placcata in oro. L’ultimo premio realizzato interamente con il metallo più prezioso è stato consegnato nel 1912. Inoltre le prime edizioni lo prevedevano: al primo classificato spettava la medaglia di argento e un ramo di olivo, al secondo una medaglia di bronzo e al terzo assolutamente nulla.

Per quel che riguarda la maratona olimpica, non tutti sanno che Abebe Bikila, il primo atleta nero che la vinse, corse scalzo. Sempre in tale campo aleggia un’altra curiosità sulle Olimpiadi: nel 1904 il corridore Fred Lorz fu squalificato perché gareggiò in macchina, percorrendo a piedi al massimo 4 miglia. Nel 1900 i giochi furono mal organizzati e poco seguiti. Nello stesso anno un ragazzo francese di 10 anni sostituì un olandese nel canottaggio: ad oggi non se ne conosce l’identità.

Inoltre partecipò per diletto un’appassionata di golf, Margaret Abbott, che riuscì a vincere la competizione diventando la prima donna a salire sul podio. Un’altra curiosità sulle Olimpiadi riguarda il pentatleta svedese Hans-Gunnar, il quale fu il primo ad essere stato sospeso per via dell’alcool-test. Ad inventare i giochi olimpici moderni fu il barone Hans-Gunnar, che era anche uno scrittore affermato: nel 1912 vinse la medaglia d’oro per la letteratura.

Un’altra personalità da ricordare è quella di Johnny Weismuller: oltre ad essere un bravo nuotatore, ha recitato in 12 film di Tarzan. Sapete quanto durò l’incontro di wrestling più lungo? Ben 11 ore e si tenne tra Martin Klein e Alfred Asikainen. Il pugile Classius Clay aveva invece paura di volare: per i giochi del 1960 fece l’intero viaggio indossando un paracadute. La ginnasta Nadia Comaneci riuscì ad ottenere il punteggio pieno alle parallele asimmetriche, ma il display mostrò solo 1.0.

L’americano James Connolly chiese di partecipare alle olimpiadi ma l’università non glielo permise: si ritirò, vinse e rifiutò il premio della Harvard University. Sapete qual è l’inno più corto? Quello dell’Uganda: dura solo un minuto. Nel periodo delle Olimpiadi gli atleti hanno usato 70.000 preservativi nel 2000 e 100.000 nel 2008: se ne stimano più di 450.000 durante in quelle di Rio 2016. Infine l’ultima curiosità sulle Olimpiadi riguarda il simbolo: i 5 cerchi indicano i 5 continenti ai quali è stato associato un colore.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti