L'acqua sulla Terra portata dai venti solari: la scoperta

L'acqua ha un'origine extraterrestre ed è stata originata dai venti solari? Ecco che cosa emerge da una nuova scoperta scientifica.

2 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’acqua non ha avuto origine sulla Terra: nonostante ne ricopra il 70% della superficie, secondo quanto hanno determinato gli scienziati la sua fonte è tutt’altra e sarebbe stata portata sul nostro pianeta dai venti solari e le loro ondate più forti.

Secondo uno studio pubblicato su Nature Astronomy da un team di ricercatori guidato da Luke Daly dell’Università di Glasgow, infatti, alcune ventate di particelle cariche provenienti appunto dal Sole avrebbero fatto in modo che la composizione chimica dei grani rocciosi presenti sulla Terra o provenienti dallo spazio cambiasse, producendo quindi dell’acqua.

Un procedimento complesso che sembra essere avvenuto a causa dei venti solari. Questi ultimi non sono altro che flussi di ioni di idrogeno ed elio che dalla stella del nostro sistema si spostano nel resto dello spazio. Ne deriva la possibilità che questi atomi si leghino ad altri, formando appunto l’acqua (che, com’è noto, è composta da ossigeno ed idrogeno).

Una pioggia particolarmente violenta che, nel corso del tempo, avrebbe creato tutta l’acqua presente sul nostro pianeta. L’acqua, dunque, avrebbe un’origine extra-terrestre.

Assodata questa scoperta, gli scienziati stanno inoltre teorizzando che i cosiddetti asteroidi di tipo C contengano acqua per lo stesso identico motivo: originata dai venti solari. E, anzi, potrebbe essere stato un loro eventuale schianto sulla superficie terrestre ad aver portato l’acqua sul pianeta. L’origine della presenza dell’acqua è dunque dovuta agli asteroidi di tipo C?

La prova definitiva ancora non c’è, anche perché la composizione dell’acqua contenuta in questi meteoriti non sempre corrisponde a quella presente sulla Terra. Nel corso degli anni, però, potrebbe essere cambiato qualcosa in questo meccanismo.

In ogni caso, queste nuove teorie sull’origine extraterrestre dell’acqua hanno una certa rilevanza in vista di eventuali missioni future che prevedono l’invio di uomini nello spazio profondo, grazie alla possibilità di utilizzare l’acqua contenuta negli asteroidi da parte degli astronauti.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti