Arriva la birra alla marijuana, ma c'è il trucco

E' in arrivo anche in Europa la nuova birra alla marijuana. Infuso estremamente interessante e invitante

Fonte: Mmacmonthly

Generazioni di bevitori e fumatori incalliti hanno sempre fatto di questa massima un tesoro : “Prima la droga e poi la birra, nessuna paura. Prima la birra e poi la droga, nessuna speranza.”
Da oggi si può unire “L’utile al dilettevole” si possono prendere entrambe,birra e cannabis, unirle e produrre un infuso estremamente interessante e invitante.
E’ nato infatti un nuovo infuso, una specie di birra, prodotta da Dad and Dudes in Colorado: la Birra Cannabis ormai venduta in tutta l’America e pronta ad arrivare anche in Europa.

Birra Cannabis

Il segreto di questa birra è che non contiene nessun THC (delta 9 tetraidrocannabinolo), uno dei maggiori principi attivi della Cannabis.
Sono presenti invece una grossa quantità di cannabinoidi naturali.
In natura ci sono molti più cannabinoidi di quanto si possa immaginare.
Sono presenti nel cacao, nel pepe, e anche nelle carote.

E’ ben noto per esempio, nei fumatori di Cannabis, che il cioccolato nero, consumato prima di fumare ne possa aumentare gli effetti. Questo accade perché il cacao contiene dei componenti che interagiscono con il sistema endocannabinoide.

La Cannabis Sativa

La Cannabis Sativa e il luppolo, uno dei principali ingredienti della birra, sono delle piante appartenenti alla famiglia delle cannabinacee e come tali se trattate in modi e quantità particolari, possono essere utilizzate come droghe.
Questo significa che per rendere più o meno “pericolosa” una birra, anzi un infuso ,composto da birra e cannabinacce, è necessario controllare il quantitativo che si utilizza a tali scopi.

‘Noi non pensiamo che, quando si parla principalmente di birra e di Cannabis, in “gemellaggio” sia una coincidenza, Infatti,la stessa birra è fatta con il luppolo che è una pianta annabinacea, quindi “una blanda droga naturale
Noi abbiamo deciso di utilizzare CO2 dalla Cannabis Sativa, utilizzando il gambo e lo stelo, che contiene alti livelli di sostanze cannabinoidi non psicoattivi e poi gettarla nelle nostre birre saponata.
La nostra birra è buona, non ha controindicazioni e non è fuorilegge. I principi che usiamo sono assolutamente naturali e non pericolosi “
Grandi successi a poco rischio allora. Buona fortuna.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti