0, 1, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Bambina chiede una challenge ad Alexa, la risposta è quasi fatale

Negli Stati Uniti, una bambina ha chiesto una challenge ad Alexa. La risposta dell'assistente vocale, però, era potenzialmente mortale

4 Gennaio 2022
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

Le challenge che spopolano sui social network, lo sappiamo, possono essere molto pericolose ma, nel caso che vi raccontiamo stavolta, rischiavano di diventare drammaticamente fatali. È successo ad una bambina statunitense di 10 anni che, appunto, ha chiesto ad Alexa di trovarle una “challenge”, ottenendo un suggerimento davvero poco smart.

L’assistente vocale intelligente, utilizzato tramite un altoparlante Echo, ha infatti spinto la bambina a fare una cosiddetta ‘penny challenge‘. Si tratta di una sfida pericolosa, che consiste nell’inserire una presa di corrente in un socket a muro, lasciandone fuori circa metà. A quel punto, il challenger deve appoggiare una monetina tra i due poli esposti.

Una challenge potenzialmente fatale che, già nota sui social network da alcuni anni, nel tempo ha causato numerosi incidenti domestici a bambini, adolescenti ed adulti. Tra i danni fisici si annoverano escoriazioni, ustioni e bruciature. In molti casi, il danno si è esteso alle mura della casa, alle placche elettriche e talvolta addirittura agli interi impianti domestici, portando con sé un elevato rischio di incendio. Il problema principale è dovuto alla diversa capacità conduttiva delle monetine utilizzate, che a seconda della loro composizione espongono l’autore della sfida ad un rischio più o meno alto. Sicuramente qualcosa che nessuno dovrebbe mai sognarsi di fare.

La mamma della bambina coinvolta, residente nello Stato di New York, ha subito segnalato l’episodio sui social, chiedendo ai genitori di stare attenti a ciò che i bambini fanno quando utilizzano gli assistenti vocali con accesso alla rete.

In ogni caso, Amazon non è rimasta con le mani in mano. Una volta venuta a conoscenza di questo increscioso episodio, l’azienda di Jeff Bezos ha provveduto a fornire un aggiornamento di sicurezza per i suoi dispositivi che utilizzano Alexa, al fine di evitare possibili danni alla salute degli utilizzatori finali, soprattutto quando si tratta dei più piccoli.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti