La canzone che non dovresti mai cantare: è la più letale al mondo

Hai mai pensato che una serata al karaoke potesse diventare mortale? C'è una canzone che va evitata a tutti i costi. Scopri qual è.

10 Settembre 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

Una serata al karaoke vi sembra essere il modo perfetto per rilassarvi con gli amici e liberare lo stress attraverso una divertente performance canora? Può darsi. Anche perché, se vi trovate nelle Filippine, c’è una canzone che dovreste evitare a tutti i costi, perché le conseguenze potrebbero essere mortali. Sembra infatti che sia il brano più letale al mondo. Curiosi di scoprire qual è?

“My Way” è il brano più letale al mondo

Se si parla della canzone più letale al mondo, la risposta non può essere che una: My Way di Frank Sinatra. Nell’arcipelago del Sud-Est asiatico, questa iconica canzone sembra essere diventata sinonimo di sventura. Incredibilmente, si ritiene che il brano abbia causato la morte di almeno 12 persone nel corso degli anni, innescando un fenomeno sociale noto come My Way Killings.

Il fenomeno dei My Way Killings è iniziato già negli anni ’90, ma ha attirato l’attenzione dei media solo negli ultimi dieci anni. Si tratta di una serie di omicidi del tutto slegati tra loro, ma con un singolare filo conduttore: tutte le vittime avevano cantato My Way poco prima di essere uccise.

Scopri anche:– Perché nei supermercati c’è la musica e come influenza la spesa

My Way Killings: la serie di omicidi legati al brano di Frank Sinatra

Un caso emblematico si è verificato il 29 maggio 2007, quando un giovane di 29 anni fu ucciso da un buttafuori di un locale karaoke a San Mateo. L’uomo aveva affermato di essere stato “costretto” a sparare alla vittima con la sua pistola calibro 38 perché quest’ultima stava cantando una versione stonata di My Way e si rifiutava di smettere.

Un altro sconvolgente episodio dei My Way Killings è avvenuto nel 2010 nel villaggio di Tondo, dove il sindaco della località è stato assassinato da uomini armati in motocicletta mentre cantava My Way durante una festa di Natale. Sembra che sul sindaco girassero voci che lo legavano al giro di corruzione e al traffico di droga, ma il fatto che sia stato ucciso mentre cantava il brano di Frank Sinatra è inconfutabile.

Qualcuno cita addirittura Sid Vicious, l’ex bassista dei Sex Pistols che, pur lontano dalle Filippine, morì di overdose nel 1979, pochi mesi dopo aver registrato una cover del brano fatale…

Nelle Filippine My Way non si canta più: la possibile spiegazione

Questa serie di drammatici eventi ha portato a un drastico cambiamento nelle abitudini di chi, nelle Filippine, va a cantare al karaoke. Oggi, è estremamente raro sentire qualcuno esibirsi in My Way in pubblico, sia per evitare problemi sia per timore superstizioso. Inoltre, molti locali hanno rimosso deliberatamente la canzone dalle loro playlist per prevenire incidenti.

Ma qual è la spiegazione dietro questa strana correlazione tra My Way e la violenza nelle Filippine? Alcuni esperti suggeriscono che gli ambienti del karaoke nel paese siano particolarmente competitivi e talvolta violenti, poiché le persone cercano spesso di monopolizzare la serata. La popolarità di My Way potrebbe semplicemente rendere più probabile che si verifichi qualcosa di spiacevole dopo la sua esibizione.

Tuttavia, c’è chi attribuisce questa tendenza alla natura “trionfalistica” della canzone, che potrebbe evocare sentimenti di orgoglio e arroganza nel cantante, scatenando conflitti e risse tra gli spettatori.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti